Home / Recensioni & Eventi / Master in nutrizione umana, educazione e sicurezza alimentare, aperte le iscrizioni all’Università di Padova

Master in nutrizione umana, educazione e sicurezza alimentare, aperte le iscrizioni all’Università di Padova

master nutrizione umana educazione sicurezza alimentare università padovaSono aperte le iscrizioni al Master di II livello in Nutrizione umana, educazione e sicurezza alimentare (Nuesa) del dipartimento di Scienze biomediche dell’Università degli Studi di Padova. Il corso ha l’obiettivo di formare professionisti nel campo della nutrizione, dell’alimentazione consapevole e della sicurezza alimentare, fornendo le competenze necessarie a operare sia all’interno di strutture pubbliche che private.

Il Master è rivolto a laureati in discipline scientifiche e sanitarie, ma anche a professionisti che lavorano già nel campo della nutrizione e della sicurezza alimentare, interessati ad approfondire le proprie conoscenze. Il corso si articola in lezioni frontali e seminari tenuti da docenti universitari ed esperti nel settore, su argomenti come la fisiologia della nutrizione, la dietetica, l’igiene degli alimenti e l’alimentazione sostenibile. Il 20% delle lezioni sarà svolto in modalità telematica. Sono previsti anche project work in strutture regionali, del servizio sanitario nazionale ed altri enti pubblici e privati, e visite didattiche ad aziende del territorio.

Il corso si terrà tra novembre 2021 e settembre 2022, preferenzialmente il venerdì e il sabato mattina, e prevede un numero massimo di 30 partecipanti (minimo 6). È possibile iscriversi al Master entro le ore 12.30 del giorno 8 ottobre 2021, esclusivamente in modalità telematica: la valutazione dei candidati per l’ammissione sarà effettuata sulla base dei titoli e di un colloquio attitudinale. È previsto un contributo di iscrizione di 2.774,50 euro.

Per ulteriori informazioni e modalità di iscrizione consultare il sito del Master Nuesa.

© Riproduzione riservata Foto: fotolia.com

Da 12 anni ilfattoalimentare racconta con i suoi articoli cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

In questi anni ci hanno sostenuto decine di aziende grandi e piccole con i loro banner e moltissimi lettori con le donazioni.
Tutto ciò ha reso possibile la sopravvivenza di un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici.

Il Fatto Alimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli e ai dossier. Questo perché in rete tutte le persone hanno il diritto ad avere un'informazione libera e di qualità, senza il vincolo di dovere pagare. Tutto ciò è possibile grazie alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza la necessità di farcire gli articoli con pubblicità invasive.

Sostieni ilfattoalimentare ci vuole solo un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche sostenerci con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

diossina

La molestia dei cattivi odori è tra i problemi più sentiti nelle aree urbane industriali, ma anche in campagna

I cattivi odori, chiamati dai tecnici anche molestie olfattive, sono un problema abbastanza complesso per …