;
Home / Allerta / Stop alla vendita in UE per un modello di mascherine lavabili Under Armour: contengono una sostanza pericolosa

Stop alla vendita in UE per un modello di mascherine lavabili Under Armour: contengono una sostanza pericolosa

Stop alla vendita e ritiro dal mercato europeo per le mascherine lavabili Sportsmask a marchio Under Armour, noto brand di abbigliamento sportivo. Il motivo? Secondo analisi condotte dalle autorità in Belgio, il prodotto in questione contiene poliesanide (Phmb), una sostanza che, si legge nell’allerta Rapex (*) del 23 aprile, può causare reazioni allergiche cutanee ed è pericolosa se inalata, danneggiando l’organismo in seguito a esposizioni ripetute. Si sospetta anche che il Phmb sia cancerogeno. Un grave problema per una mascherina riutilizzabile.

Per questa ragione, le autorità europee hanno dichiarato che le mascherine non sono conformi al Regolamento europeo sui biocidi e anche alla Direttiva generale sulla sicurezza dei prodotti. Il modello ritirato dal mercato è la Sportsmask a triplo strato di colore nero, con elastici neri e il logo del marchio Under Armour in bianco (modello SKU td_90.22881) con il numero di lotto 1368010-002. La mascherina è venduta in una confezione di plastica nera opaca. È disponibile anche di colore grigio, nelle taglie S/M, M/L, L/XL e XL/XXL.

Le mascherine in questione non sono più in vendita nel negozio online dell’azienda e sono state ritirate dal mercato già nel mese di Marzo. Tuttavia, come segnala Altroconsumo, risultano ancora disponibili su altri siti di e-commerce. L’associazione fa notare anche che sul sito del marchio non è presente alcun avviso ai consumatori, né indicazioni di non utilizzare le mascherine ritirate. Al momento, l’allerta non è presente nemmeno nella sezione Rapex del portale dedicato agli avvisi di sicurezza del ministero della Salute.

(*) Nota: il Rapex è il sistema europeo di allerta rapida per i prodotti non alimentari pericolosi

© Riproduzione riservata Foto: Rapex

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Ossido di etilene in diverse tipologie di prodotti… Ritirati dal mercato europeo 104 prodotti

Nella settimana n°30 del 2021 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …