;
Home / Etichette & Prodotti / Tanti marchi, pochissime multinazionali. Molti tra i brand più noti nelle mani di colossi come Nestlé, Unilever e Mondelēz

Tanti marchi, pochissime multinazionali. Molti tra i brand più noti nelle mani di colossi come Nestlé, Unilever e Mondelēz

Happy young woman chooses flakes in a supermarket and smiles. A joyful buyer buys products in a supermarket. A girl with packs of quick breakfasts in the hands of the storeOgni volta che entriamo in un supermercato, siamo circondati da migliaia di prodotti di centinaia di marchi diversi, più o meno famosi, vecchi e nuovi. Eppure se facciamo attenzione e leggiamo bene le etichette possiamo scoprire che molti prodotti di maca sono di proprietà di una manciata di multinazionali. Ecco alcuni esempi.

Se ci limitiamo a spulciare le etichette dei prodotti alimentari, a fare la parte del leone è sicuramente la svizzera Nestlé, proprietaria di una quarantina di marchi che spaziano dai dolci al cibo per animali. Per esempio sugli scaffali dei caffè solubili e delle capsule abbiamo i famosi brand Nescafé, Dolce Gusto e Nespresso, mentre tra le bevande troviamo Nestea e Sanbitter. Nestlé è famosa anche per le sue minerali, tra cui spiccano Levissima, Acqua Panna, Acqua Vera e lo storico marchio S. Pellegrino.

Nestle S.A.
Tra i prodotti alimentari Nestlé è la multinazionale che spicca per numero di marchi

Passando al reparto della cioccolata e dei dolci, oltre ai prodotti targati Nestlé, troviamo marchi come Lion, Galak, Smarties e, soprattutto, il brand italiano Perugina. Tra i cereali da colazione, invece, ci sono per esempio i Cheerios, i Chocapic, e i Fitness. C’è poi il marchio Nesquik, con prodotti che vanno dal cacao solubile agli snack. Nel banco frigo troviamo gli yogurt LC1 e Sveltesse mentre nel reparto gelati i marchi Motta e Antica Gelateria del Corso (formalmente di Froneri, una joint venture di cui fa parte la stessa Nestlé). Un altro marchio italiano finito nelle mani del gigante svizzero è Buitoni, mentre nel reparto baby food Nestlé è presente con il latte in polvere Nidina, Fruttolo e il formaggino Mio. Mancano all’appello solo i numerosi marchi di cibo per animali.

Sono meno numerosi, ma non meno noti i marchi posseduti dalla multinazionale americana Mondelēz, titolare di iconici brand di cioccolata come Toblerone e Milka, dei biscotti LU e dei bastoncini Mikado, degli Oreo e degli Oro Saiwa. Sullo scaffale degli snack salati troviamo invece i Tuc e i Ritz, mentre nel banco frigo Mondelēz propone i formaggi Philadelphia in tutte le loro varianti e le Sottilette.

cornetto algida
Cornetto è uno dei marchi di gelato della multinazionale anglo-olandese Unilever

Unilever, multinazionale anglo-olandese, domina nel reparto freezer con i suoi gelati, grazie a brand come Algida, Cornetto e Carte D’Or, ma è presente anche tra le salse e i condimenti con Calvé, Knorr e Bertolli (ma non l’olio, che è di proprietà della spagnola Deoleo). Non dimentichiamoci poi dei tè Lipton, sia in bustina che in bottiglia.

Danone regna nei banchi frigo tra yogurt e dessert con marchi come Vitasnella, Activia, Actimel, Danette e Danacol. L’azienda francese è anche titolare del brand di bevande vegetali e sostituti degli yogurt Alpro e di quelli di prodotti per l’infanzia Mellin e Aptamil.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Olio extravergine farlocco? Il parere di Teatro Naturale sull’inchiesta de Il Salvagente

Pubblichiamo l’articolo firmato da Alberto Grimelli, direttore del sito Teatronaturale.it sul test comparativo condotto dalla rivista Il …

Un commento

  1. Avatar

    direi che consumo solo molto saltuariamente prodotti Motta