Home / Recensioni & Eventi / “La salute (non) è in vendita”: Giuseppe Remuzzi racconta tutto quello che non va nella sanità pubblica

“La salute (non) è in vendita”: Giuseppe Remuzzi racconta tutto quello che non va nella sanità pubblica

salute libro remuzziA 40 anni dalla sua istituzione, come sta il Sistema sanitario nazionale? Non troppo bene, secondo il direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Giuseppe Remuzzi, che nel libro La salute (non) è in vendita edito da Laterza, racconta come la sanità pubblica rischi di diventare sempre meno pubblica e di dover ricorrere al sostegno finanziario dei privati.

Il Sistema sanitario è sempre più in crisi sotto il peso di una cattiva efficienza e di costi sempre più alti dovuti all’invecchiamento della popolazione e all’arrivo di farmaci e strumenti sempre più all’avanguardia. A risentirne è la qualità delle cure, sempre più disomogenee di Regione in Regione, e il diritto a un uguale accesso alle prestazioni.

Il libro, rivolto a tutti i cittadini, analizza tutto ciò che non funziona nel Sistema sanitario e che ha bisogno di miglioramenti. Tra gli aspetti da rivedere c’è anche la prevenzione di malattie, come quelle cardiovascolari e il diabete, attraverso un migliore stile di vita e un’alimentazione più sane, che richiede un serio impegno nell’educazione alimentare, ad oggi carente.

“La salute (non) è in vendita” di Giuseppe Remuzzi. Editori Laterza, 2018

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

studenti universita scuola

Master in “Cibo & Società: innovare pratiche, politiche e mercati alimentari”: il nuovo corso dell’Università di Milano Bicocca

Al via il master di primo livello “Cibo & Società: innovare pratiche, politiche e mercati …

Un commento

  1. Trovo l’argomento estremamente interessante e ringrazio per la tempestiva segnalazione.