Home / Recensioni & Eventi / “La salute (non) è in vendita”: Giuseppe Remuzzi racconta tutto quello che non va nella sanità pubblica

“La salute (non) è in vendita”: Giuseppe Remuzzi racconta tutto quello che non va nella sanità pubblica

salute libro remuzziA 40 anni dalla sua istituzione, come sta il Sistema sanitario nazionale? Non troppo bene, secondo il direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Giuseppe Remuzzi, che nel libro La salute (non) è in vendita edito da Laterza, racconta come la sanità pubblica rischi di diventare sempre meno pubblica e di dover ricorrere al sostegno finanziario dei privati.

Il Sistema sanitario è sempre più in crisi sotto il peso di una cattiva efficienza e di costi sempre più alti dovuti all’invecchiamento della popolazione e all’arrivo di farmaci e strumenti sempre più all’avanguardia. A risentirne è la qualità delle cure, sempre più disomogenee di Regione in Regione, e il diritto a un uguale accesso alle prestazioni.

Il libro, rivolto a tutti i cittadini, analizza tutto ciò che non funziona nel Sistema sanitario e che ha bisogno di miglioramenti. Tra gli aspetti da rivedere c’è anche la prevenzione di malattie, come quelle cardiovascolari e il diabete, attraverso un migliore stile di vita e un’alimentazione più sane, che richiede un serio impegno nell’educazione alimentare, ad oggi carente.

“La salute (non) è in vendita” di Giuseppe Remuzzi. Editori Laterza, 2018

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

dieta antinfiammatoria intestino copertina dettaglio

“La dieta antinfiammatoria per l’intestino”: il rapporto tra nutrizione e malattie croniche intestinali, in un libro completo e adatto a tutti

La dieta antinfiammatoria per l’intestino di Silvio Danese è un libro divulgativo che affronta il problema …

Un commento

  1. Trovo l’argomento estremamente interessante e ringrazio per la tempestiva segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *