Home / Recensioni & Eventi / L?associazione italiana business operator-food contact expert crea il registro dei ?food contact expert?

L?associazione italiana business operator-food contact expert crea il registro dei ?food contact expert?

L’associazione italiana business operator-food contact expert -AIBO-FCE rappresenta un riferimento per la filiera del packaging alimentare. Tra le attività svolte figura la promozione della  ricerca oltre allo sviluppo nel campo dei materiali e degli oggetti destinati al contatto con il cibo.

L’Associazione vuole essere un punto di confronto e di incontro per tutti i soggetti che partecipano alla filiera  alimentare (fornitori di materie prime, trasformatori, aziende, grande distribuzione, enti di certificazione).

Nella lista delle  cose realizzate dall’AIBO-FCE  c’è il registro dei “food contact expert”: un pool di professionisti in possesso dei requisiti di competenza richiesti dalle normative e dal mercato in tema di imballaggio sicuro, per supportare le aziende nella scelta dei materiali, nella certificazione dei  sistemi di gestione della qualità, igienico-sanitari, sicurezza alimentare  e dei propri imballaggi.

“La tecnologia permette di realizzare materiali di dimensione sempre minore – dichiara Andrea Cassinari presidente della’ AIBO-FCE –  per aumentare la shelf-life dei prodotti confezionati  con impatti ambientali misurati. Bisogna però valutare la conformità dei Food Contact Materials raccogliendo in maniera organica informazioni rilevanti scientificamente, come ad esempio nelle dichiarazioni di conformità, approcciare la valutazione del rischio, la comunicazione cliente-fornitore in ogni punto della filiera considerando ogni componente del FCM come ad es. polimero plastico, carta, cartone, pigmento o coadiuvanti  tecnologici, ecc.

Foltran Luca

 

Avatar

Guarda qui

Different water bottles for sports on color background

A scuola si combatte la plastica: borracce agli studenti in molti comuni italiani

In tutta Italia prende sempre più piede la distribuzione delle borracce nelle scuole. Ecco dunque …