;
Home / Packaging / Dadi da cucina, Gousto propone il primo incarto commestibile a base di piselli

Dadi da cucina, Gousto propone il primo incarto commestibile a base di piselli

dadi da cucinaGousto, un’azienda britannica che vende kit di ingredienti per ricette, sta sperimentando un incarto completamente commestibile basato su proteine di piselli per i dadi da cucina per la preparazione del brodo. Il progetto è stato portato avanti con Xampla, uno spinout dell’Università di Cambridge. Si tratta del primo imballaggio alimentare al mondo ottenuto dalle proteine dei piselli, che inizialmente verrà incluso in una delle ricette disponibili, la zuppa di carote e lenticchie alle spezie indiane.

Il nuovo materiale ha caratteristiche simili alla plastica, ma ha il vantaggio di essere biodegradabile e di essere in grado di conservare il sapore e mantenere la durata. L’altra cosa da precisare è che il nuovo materiale non influisce sul gusto, mentre per quanto riguarda la  durata si è trovato un buon compromesso riducendo solo in parte il termine minimo di conservazione dei dadi da cucina.

© Riproduzione riservata Foto: Gousto

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Il packaging, veicolo sempre più decisivo per comunicare l’attenzione alla sostenibilità ambientale

Una nuova normalità si va delineando, mentre l’esperienza dell’emergenza sanitaria sembra si possa finalmente avviare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *