Home / Allerta / Frammenti di vetro in noodles dall’Ungheria e Listeria in salame italiano… Ritirati dal mercato europeo 59 prodotti

Frammenti di vetro in noodles dall’Ungheria e Listeria in salame italiano… Ritirati dal mercato europeo 59 prodotti

Frammenti di vetroNella settimana n°35 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 59 (6 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: Listeria monocytogenes in filetti di salmone congelati affumicati dall’Estonia; frammenti di vetro in noodles dall’Ungheria (prodotto: Cup Noodles Spicy, marca Nissin;  in confezione da 66 g; termine minimo di conservazione: 07.2019 e 10.2019; Numeri di lotto: L800863 e L802513; Codice a barre EAN: 5997523312077); Listeria monocytogenes in salame di maiale refrigerato dall’Italia.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: focolaio di origine alimentare causato da istamina in tonno pinna gialla (thunnus albacares) refrigerato dallo Sri Lanka; infestazione parassitaria da Anisakis (larve) in accughe refrigerate (Engraulis encrasicolus) dalla Spagna; ragnatele su popcorn ricoperti di cioccolato provenienti dalla Francia con imballaggio improprio e infestati da insetti; solfiti non dichiarati in uvetta ricoperta di cioccolato fondente dall’Italia (Auchan e Simply hanno richiamato diversi lotti a marchio Passioni: qui i dettagli); Listeria monocytogenes in buccino (mollusco) cotto dalla Francia; conteggio troppo elevato di Enterobacteriaceae in proteine animali trasformate, destinate a mangime, dai Paesi Bassi.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Francia segnala istamina in tonno refrigerato; la Svizzera segnala residui di pesticida (clorpirifos) in pesche; la Francia segnala un’allerta per Listeria monocytogenes in mozzarella di bufala.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

A handful of turmeric capsules with the contents of one spilled

Curcuma: continuano le segnalazioni di integratori. Sale a 19 il numero dei casi di epatite

Continua ad aumentare il numero di casi di epatite colestatica acuta e, di conseguenza, quello …