Home / Recensioni & Eventi / Food Engineering: la nuova laurea magistrale attivata dal Politecnico di Milano

Food Engineering: la nuova laurea magistrale attivata dal Politecnico di Milano

manomela food engineering polimiCon l’anno accademico 2019/2020 prende il via il corso di laurea magistrale in Food Engineering promosso dal Politecnico di Milano.

Il corso in lingua inglese, mira a formare degli esperti in grado di ricoprire posti qualificati in diverse realtà della filiera dell’industria alimentare come amministrazioni pubbliche e regolatori a livello nazionale ed europeo, imprese (anche multinazionali) produttrici di cibi, bevande e delle tecnologie abilitanti produzione, confezionamento, distribuzione e commercializzazione nell’industria alimentare.

Le lezioni punteranno ad una formazione fortemente interdisciplinare e una visione di sistema strategica, particolarmente improntata ai temi della produzione di un alimento o di una bevanda. E ancora, alla progettazione di macchine per la produzione alimentare, allo sviluppo di tecnologie per la trasformazione alimentare, alla qualità, alla certificazione, alla sicurezza alimentare e alla progettazione di processi sostenibili, includendo lo studio della vita di prodotto e la riduzione dell’energia associata alla produzione e alla logistica.

Il corso di laurea magistrale in Food Engineering è aperto agli studenti in possesso di una laurea in discipline scientifiche o tecniche (ingegneria industriale), sarà la commissione a valutare il curriculum di ogni candidato.

La didattica prevede corsi quali: principi della produzione alimentare, tendenze nel laboratorio dell’industria alimentare, materiali per imballaggio alimentare, ingegneria di qualità, gestione logistica, costi e gestione delle operazioni nell’industria manifatturiera, sicurezza alimentare e microbiologia, prospettive future della filiera agro-alimentare, energia sostenibile nell’industria alimentare, gestione e trattamento dei rifiuti solidi, tecnologia di trattamento delle acque e delle acque reflue, tecniche per la sicurezza (industriale e ambientale).

Un ruolo centrale nella nascita del nuovo corso di laurea è quello dei sette partner, enti e industrie del settore che supporteranno l’Ateneo nella strutturazione delle attività didattiche e di formazione: Esselunga, Goglio, Granarolo, Nestlé, Number1, Unilever Italia, Unitec.

Per tutte le informazioni si può consultare il sito qui.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

La scomparsa della dieta mediterranea. “Cibum nostrum” il libro sul mito e la rovina

La dieta mediterranea è da anni sulla bocca di tutti ma meno spesso sulle tavole …