Home / Recensioni & Eventi / Food Engineering: la nuova laurea magistrale attivata dal Politecnico di Milano

Food Engineering: la nuova laurea magistrale attivata dal Politecnico di Milano

manomela food engineering polimiCon l’anno accademico 2019/2020 prende il via il corso di laurea magistrale in Food Engineering promosso dal Politecnico di Milano.

Il corso in lingua inglese, mira a formare degli esperti in grado di ricoprire posti qualificati in diverse realtà della filiera dell’industria alimentare come amministrazioni pubbliche e regolatori a livello nazionale ed europeo, imprese (anche multinazionali) produttrici di cibi, bevande e delle tecnologie abilitanti produzione, confezionamento, distribuzione e commercializzazione nell’industria alimentare.

Le lezioni punteranno ad una formazione fortemente interdisciplinare e una visione di sistema strategica, particolarmente improntata ai temi della produzione di un alimento o di una bevanda. E ancora, alla progettazione di macchine per la produzione alimentare, allo sviluppo di tecnologie per la trasformazione alimentare, alla qualità, alla certificazione, alla sicurezza alimentare e alla progettazione di processi sostenibili, includendo lo studio della vita di prodotto e la riduzione dell’energia associata alla produzione e alla logistica.

Il corso di laurea magistrale in Food Engineering è aperto agli studenti in possesso di una laurea in discipline scientifiche o tecniche (ingegneria industriale), sarà la commissione a valutare il curriculum di ogni candidato.

La didattica prevede corsi quali: principi della produzione alimentare, tendenze nel laboratorio dell’industria alimentare, materiali per imballaggio alimentare, ingegneria di qualità, gestione logistica, costi e gestione delle operazioni nell’industria manifatturiera, sicurezza alimentare e microbiologia, prospettive future della filiera agro-alimentare, energia sostenibile nell’industria alimentare, gestione e trattamento dei rifiuti solidi, tecnologia di trattamento delle acque e delle acque reflue, tecniche per la sicurezza (industriale e ambientale).

Un ruolo centrale nella nascita del nuovo corso di laurea è quello dei sette partner, enti e industrie del settore che supporteranno l’Ateneo nella strutturazione delle attività didattiche e di formazione: Esselunga, Goglio, Granarolo, Nestlé, Number1, Unilever Italia, Unitec.

Per tutte le informazioni si può consultare il sito qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

al giusto prezzo petizione oxfam lavoratori agricoli diritti

Pagare il giusto prezzo per cibo e bevande per fermare lo sfruttamento dei lavoratori agricoli: la richiesta di Oxfam ai supermercati italiani

Con le loro politiche, le catene di supermercati e discount sono in grado di tenere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *