Home / Lettere / Famila: verdure con troppa acqua e prezzi poco chiari. La segnalazione di un lettore e la risposta della catena di supermercati

Famila: verdure con troppa acqua e prezzi poco chiari. La segnalazione di un lettore e la risposta della catena di supermercati

insalata verde romana tagliere familaI consumatori sono sempre più esigenti e attenti a cosa comprano, e le aziende, anche grazie a segnalazioni e lamentele, hanno l’opportunità di migliorare ulteriormente il servizio offerto. Di seguito pubblichiamo la segnalazione di un nostro lettore su alcune criticità di un punto vendita Famila e a seguire la risposta della catena di supermercati.

Ero un cliente assiduo di Famila, poi ho notato che i sacchi di patate da 4 kg ne pesavano effettivamente non più di 3,7 kg poi che l’insalata esposta “in offerta” a un certo prezzo, veniva conteggiata a prezzo pieno alle bilance. E questo l’ho segnalato per mail alla polizia municipale del mio paese, documentandolo.
Da settimane l’insalata gentile è bagnata all’inverosimile e lo scorso lunedì ho acquistato una verza. Anche questa bagnata fradicia. L’ho un po’ sbattuta per farle perdere acqua, ma arrivato a casa e messomi a pulirla, si è capovolta e ha iniziato a perdere acqua, l’ho alzata e ha continuato a perdere acqua.  Se calcolo anche quella estratta con lo scuotimento in negozio, di acqua aggiunta ce ne era davvero tanta.
Domando, possono venderci l’acqua a un euro, un euro e mezzo al kilo?
In questi casi invocare l’errore di un addetto è insostenibile. È una politica aziendale.
Massimo

Supermarket employee putting vegetables in shelvesDi seguito la risposta di Famila.

Capiamo il suo disappunto per le situazioni che ha evidenziato, siamo dispiaciuti per disservizi come questi che cerchiamo di fare in modo non capitino mai. Come può immaginare il nostro impegno quotidiano è rivolto a soddisfare al meglio la clientela. Le chiediamo la cortesia di inviare l’indicazione precisa del punto vendita a cui si riferisce al nostro servizio clienti.
Il nostro obiettivo è indagare tempestivamente su quanto da lei evidenziato per intervenire rapidamente.
Grazie per la preziosa disponibilità ad aiutarci per far sì che simili inconvenienti non si ripetano.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

te tisane bevande calde

Tisana biologica: toscana, italiana o europea? La segnalazione di una lettrice. Risponde l’azienda

L’origine degli ingredienti non sempre si trova sulle etichette, ma per gli alimenti che provengono …

3 Commenti

  1. Avatar

    Grazie alla pubblicazione della segnalazione del lettore, che lodo e ringrazio, molti consumatori effettueranno ulteriori controlli sui prodotti candidati all’acquisto. Recarsi nei luoghi di vendita al dettaglio armati di diffidenza è molto avvilente e faticoso ma evidentemente è l’unica difesa possibile del consumatore costretto, suo malgrado, a sostituirsi alla mancanza di controllo degli organi ufficiali di vigilanza. Mi domando perché versare, per ogni importo di acquisto, l’Imposta sul Valore Aggiunto?

  2. Avatar

    Io in questi supermercati non ho mai avuto problemi,forse si esagera un pò, se si parla di frutta e verdura è normale considerare anche un calo peso dovuto ad un leggero degrado del prodotto,anche a riguargo dell’acqua, serve a tenere fresco e “vivo” il prodotto,non credo che grammi in più possano essere un problema!

  3. Avatar

    Centinaia di grammi di acqua nella verza li trovo regolarmente nelle verze che acquisto al Carrefour. Credo sia una politica del produttore per gonfiare il peso della verdura che vende..