Home / Lettere / L’etichetta della colomba venduta al supermercato indica nel logo ‘Via Montenapolene Milano’. Perché?

L’etichetta della colomba venduta al supermercato indica nel logo ‘Via Montenapolene Milano’. Perché?

Spettabile Redazione, in occasione delle festività pasquali, ho acquistato presso Esselunga una Colomba con marchio ‘C.Confetti via Montenapoleone Milano’ (confezionata a mano). Il prodotto è ottimo. Però… una volta scartata la colomba mi accorgo che non conteneva una descrizione degli ingredienti né, ovviamente origine e/o luogo di produzione. Incuriosito da questa stranezza ho effettuato una breve ricerca su internet e ho scoperto che la dicitura ‘C.Confetti, via Montenapoleone, Milano’ è solo un marchio commerciale e ‘via Montenapoleone’ fa parte del marchio. È possibile vendere alimentari senza elencare gli ingredienti che lo compongono né il luogo di produzione? In attesa di sapere la vostra opinione, Aldo P.

Gentile Aldo, l’elenco degli ingredienti è obbligatorio e forse le sarà sfuggito, ma da qualche parte dovrebbe proprio essere riportato insieme all’indirizzo del produttore. Sulla questione del marchio aziendale che include ‘Via Montenapoleone Milano’ anche noi abbiamo delle perplessità. Riportare nel marchio aziendale il nome di una delle vie del lusso tra le più conosciute in Italia può lasciar intendere all’acquirente che sullo scaffale viene esposto un prodotto di alta pasticceria. La realtà è molto più semplice, C.Confetti via Montenapolenone era una pasticceria che aveva anni fa il punto vendita in quella via. Poi l’attività è stata trasferita, ma C.Confetti ha mantenuto lo stesso logo aziendale.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia

Il Fatto Alimentare da 12 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

uovo di pasqua cioccolato cacao

Sull’uovo di Pasqua è proprio necessario scrivere l’origine del cacao? Rispondono l’azienda e Dario Dongo

Un lettore ci scrive per sapere se “il fatto di segnalare sull’etichetta delle Uova di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *