;
Home / Supermercato / I discount Eurospin e Lidl entrano nella top 20 delle principali società italiane

I discount Eurospin e Lidl entrano nella top 20 delle principali società italiane

eurospin-offerteCi sono anche Eurospin e Lidl nella nuova top 20 delle principali società italiane, nella quale occupano rispettivamente il diciottesimo e ventesimo posto. I due ingressi nella classifica, stilata da Mediobanca in base ai fatturati del 2020, si devono soprattutto alle conseguenze della pandemia. Le caratteristiche del periodo attraversato dalla società e dall’economia ha infatti impresso un’ulteriore accelerata al canale discount, già lanciato alla conquista di posizioni sempre più rilevanti nel panorama della distribuzione italiana. In particolare, il 30% delle imprese che compongono la graduatoria ha registrato un incremento di fatturato proprio nel corso dell’anno in cui è esploso il Covid.

Nello specifico, l’incremento nei fatturati delle società, è stato, rispetto all’anno precedente, del 4% per Eurospin, che ha raggiunto così i 6,3 miliardi di euro e del 6% per Lidl Italia, che arriva a 5,5 miliardi di fatturato. Restando nell’ambito della grande distribuzione, ma uscendo dal canale discount, non costituisce invece una novità la presenza in classifica di Esselunga, che passa dal quattordicesimo all’undicesimo posto con Superit, la nuova società a capo dell’insegna, controllata da Giuliana Albera, vedova del fondatore Bernardo Caprotti, e dalla figlia Marina. Anche in questo caso, Mediobanca registra un incremento del fatturato (+3%) rispetto all’anno precedente, che arriva così a 8,2 miliardi di euro.

discount, nuovo punto vendita Lidl a Roma
Nel 2020 il fatturato di Lidl Italia ha registrato una crescita del 6% rispetto al 2019, arrivando così a 5,5 miliardi di euro

Più in generale, i settori a cui appartengono le aziende che nel 2020 hanno registato un incremento dei ricavi sono l’alimentare, il farmaceutico, l’informatico e, appunto, la distribuzione organizzata. Nella parte dello studio che considera i settori in progresso troviamo che, rispetto alla distribuzione, le cinque aziende che hanno registrato la crescita maggiore sono, in ordine decrescente, Conad centro Nord, Bofrost* Italia, Pac 2000 A (cooperativa appartenente sempre al consorzio Conad), Tigros ed Eismann, con un +28,4% in media, un risultato più significativo di quello, comunque positivo, registrato dal settore in generale (+3,7%). Rispetto alle aziende alimentari, le cinque performance migliori del 2020, sempre in ordine decrescente, sono state quelle di Newlat Food, Pastificio Lucio Garofalo, Gruppo Lactalis Italia, Giaguaro (conserve di pomodoro) e Globalcarni, con una crescita media che in questo caso è del 39,3%, una differenza ancora maggiore rispetto al pur positivo +2,8% del comparto nel suo complesso.

© Riproduzione riservata

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Chiara Cammarano

Chiara Cammarano

Guarda qui

prodotti sfusi

Stop alla plastica, introduciamo il prodotto sfuso nei supermercati. La petizione su Change.org

Pietro Furbatto ha lanciato tempo fa una petizione su Change.org indirizzata al ministro per la Transizione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *