Home / Recensioni & Eventi / Dietetica e Nutrizione Clinica: al via la settima edizione del Master dell’Università di Pavia

Dietetica e Nutrizione Clinica: al via la settima edizione del Master dell’Università di Pavia

ragazzo libri mela dietetica e nutrizione clinicaSono aperte le iscrizioni per la nuova edizione del Master di II livello in Dietetica e Nutrizione Clinica, a cura del dipartimento di Sanità pubblica, medicina sperimentale e forense dell’Università degli studi di Pavia.

Il corso è suddiviso in otto moduli: diagnostica nutrizionale, sorveglianza nutrizionale, educazione alimentare, dietetica dello sportivo, dietoterapia generale, psicologia dell’alimentazione, farmacologia e terapia medico nutrizionale. Lo scopo è quello di fornire ai partecipanti le competenze e le informazioni necessarie per specializzarsi nel campo della dietetica e della nutrizione umana. In particolare, il Master è destinato ai laureati in medicina, biologia, farmacia, scienze alimentari, biotecnologie e scienze motorie.

Il corso, di durata annuale, comprende didattica frontale, esercitazioni pratiche e tirocinio, per un totale di 1.500 ore. Ad integrazione dell’attività didattica frontale, saranno previsti due cicli di seminari didattici in collaborazione con docenti dell’Università di Harvard in merito ad approfondimenti sull’obesità e l’apparato gastroenterico.

Il Master è strutturato in lezioni settimanali con cadenza mensile e per partecipare al corso la quota di partecipazione è di 3.000 euro. Nel caso in cui il numero di aspiranti sia superiore a quello massimo previsto verrà effettuata una selezione e formulata una graduatoria di merito. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet dedicato (qui).

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Different water bottles for sports on color background

A scuola si combatte la plastica: borracce agli studenti in molti comuni italiani

In tutta Italia prende sempre più piede la distribuzione delle borracce nelle scuole. Ecco dunque …