;
Home / Tecnologia e Test / Detersivo per la lavastoviglie: Altroconsumo testa 15 prodotti per qualità e impatto ambientale

Detersivo per la lavastoviglie: Altroconsumo testa 15 prodotti per qualità e impatto ambientale

detersivoAltroconsumo ha pubblicato un nuovo test sul detersivo per lavastoviglie. Questa volta la rivista dei consumatori si è focalizzata non solo sulla capacità di lavaggio, ma anche sull’impatto ambientale.

In laboratorio gli esperti hanno svolto diverse prove di lavaggio, calcolato l’impatto ambientale, e controllato ingredienti, packaging, slogan e loghi. È importante non fermarsi alle immagini o alle scritte sulle confezioni di detersivo che potrebbero farci credere di avere tra le mani un prodotto ecologico. Occorre diffidare quindi da indicazioni generiche o inutili come “senza fosfati” (queste sostanze nei detersivi per lavastoviglie sono bandite dal 2017), oppure la specificazione che il flacone è riciclabile visto che lo sono tutti… Attenzione anche ai simboli che richiamano la natura e l’ambiente, come gocce d’acqua o foglie verdi, che sono solo dettagli grafici e non significano niente, meglio cercare le certificazioni affidabili come Ecolabel UE.

Secondo Altroconsumo, tra i 15 detersivi testati, il migliore è risultato Esselunga pastiglie per lavastoviglie al limone, che concilia efficacemente la capacità di lavaggio con il rispetto per l’ambiente, lasciando un po’ delusi invece sulla prova di brillantezza. In buona posizione a ridosso del primo troviamo Pril Gold 12 azioni, seguito da Fairy Platinum plus tutto in uno – Limone e Svelto Titanium Extra Power. Come migliore scelta green è stato eletto un altro prodotto a marchio della catena, Esselunga Per chi ama la Natura Pastiglie, un detergente  ecologico con buona prestazione di lavaggio e solo qualche difficoltà a rimuovere lo sporco ossidabile.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

acqua fontana

Acqua da bere: Altroconsumo analizza le fontanelle situate in 35 città. Buoni i risultati, il problema microplastiche

Oggi sono molte le persone che decidono di consumare l’acqua pubblica a quella in bottiglia, …

9 Commenti

  1. Avatar

    Vorrei avvisare chi usa le pastiglie per lavastoviglie che col passare degli anni intasano gli scarichi con sedimenti solidi.
    Abitando in una casa indipendente mi sono accorta di questo inconveniente, l’idraulico mi ha detto che erano le tabs e quindi di usare quello in gel

    • Avatar

      Signora Francesca, questo dipende dal corretto uso della lavastoviglie, le tabs sono sovradosate e vanno usate a pieno carico e per stoviglie molto sporche. In alternativa meglio usare quelli in polvere, o si può anche tagliare in due la tabs. Sale e brillantante sempre presenti e regolati a dovere in base Alla durezza dell’acqua. Prediligere sempre cicli normali ad alte temperature, mai sotto i 60°, e una volta a settimana almeno un ciclo intensivo alla massima temperatura. Questo aiuterà la normale pulizia dei tubi. I cicli eco non lavano bene e producono ciò che ha lei menzionato.
      I detersivi liquidi paradossalmente formano una melma e non igenizzano le stoviglie. Saluti

    • Avatar

      Concordo, è successo anche a me due mesi fa… I tubi completamente intasati dai residui delle pastiglie… Si è creata una rottura nel tubo che ha provocato danni al mio appartamento, a quello giù e anche a quello accanto!! Gel tutta la vita!

  2. Avatar

    Concordo con Francesca. Lo stesso inconveniente avviene con detersivo in polvere per lavatrice. Formano vere e proprie pietre molto dure anxhe di grandi dimensioni che intasano scarichi

    • Avatar

      Dipende che detersivi si usano. Sia per quanto riguarda MAX che Francesca.
      In riferimento ad emanuele concordo pienamente infatti uso sempre metà pastiglia come consigliato anche da un tecnico una decina d’anni fa.
      Risultati impeccabili.
      Per la lavatrice posso dire che non ho mai intasato nulla, anzi, avevo una fossa di scarico individuale che usavamo solo noi e in 7/8 anni mai avuto un problema. Adesso ho una fossa in comune con i vicini del piano di sotto ed i problemi riscontrati (comunque rari) sono sempre dovuti a loro.
      Provate in un barattolo d’acqua a sciogliere un cucchiaino di detersivo in polvere e scegliete quello che non lascia residui e si scioglie senza aloni.
      P.s. prezzo molto basso = scarsa qualità = costi elevati per risolvere problemi.

  3. Avatar

    Io preparo da me il detersivo con 200 gr di soda, 200gr di bicarbonato, gr .100 di sale e gr. 100 di acido citrico, lo metto in un contenitore e lo giro velocemente. Lo conservo in un contenitore di alluminio, ho una casa singola e non ho mai avuto problemi alle fognature

  4. Avatar
    Dionigi Angeli

    Pastiglie, gel, compresse con involucri di plastica: io sono scientificamente ignorante quindi cerco di usare il buonsenso ma qui non mi aiuta molto, qualcuno riesce a farmi capire le differenze se uso pastiglie con involucro di plastica, bene che vada, inquino con la plastica; con le pastiglie e con il gel dopo la prima entrata di acqua e seguente primo risciacquo dovrebbe essere sparito insieme allo sporco qualsiasi altro elemento quindi come fanno a resistere il brillantante e atri eventuali componenti?

  5. Avatar

    Io sto usando un prodotto in gel considerato ecologico ma contiene fosfati com’è possibile se sono stati banditi nel 2017?

  6. Avatar
    GABRIELLA DEMONTI

    Successo a me, a mia sorella e ad altre persone. Non solo intasate le tubature, ma abbiamo dovuto rompere la pavimentazione del giardino perché si era creato un secondo blocco, in inverni col freddo, sempre di dovuto alle pastiglie. Da quando usiamo il liquido, tutto ok!!!