Home / Recensioni & Eventi / Cervelli nel piatto: galleria fotografica di alcune opere dalla serie “Ma che cos’hai nella testa?” dell’artista milanese Sara Asnaghi

Cervelli nel piatto: galleria fotografica di alcune opere dalla serie “Ma che cos’hai nella testa?” dell’artista milanese Sara Asnaghi

[wzslider height=”400″ transition=”‘slide’” info=”true”]

Cervelli fatti di zucchero colorato, di caffè, di riso o di formaggio. E di molti altri “materiali”, purché si tratti di cibo. Sono le sculture dell’artista milanese Sara Asnaghi, in mostra dal 5 al 9 luglio al MiCo, centro Milano Congressi, in occasione del forum della Federazione europea delle società di neuroscienze.

 

Cibo e cervello serie
Cibo e cervello: alcune delle opere della serie “Ma che cos’hai nella testa?” dell’artista Sara Asnaghi

Opere colorate e curiose, ma anche vagamente inquietanti, che fanno parte della serie “Ma che cos’hai nella testa?”, pensata dall’artista per riflettere sul nostro rapporto con il cibo. «Molti degli alimenti che mangiamo sono lavorati e trattati con sostanze chimiche e alcuni sono anche geneticamente modificati» sottolinea l’artista. «Ma abbiamo davvero la certezza che non provochino conseguenze a lungo termine sul nostro organismo?». Da qui l’idea di rappresentare un organo, il cervello, “trasformato” in cibo.

E non solo: queste sculture portano a riflettere anche su un altro tema, quello della sovralimentazione tipica dei paesi industrializzati, dove si mangia sempre di più e il cibo sembra quasi aver perso la funzione originaria di nutrimento per diventare uno strumento di compensazione di ansie, angosce e mancanze.

 

Valentina Murelli

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valentina Murelli

Valentina Murelli
giornalista scientifica

Guarda qui

pollo big chicken

Big Chicken, come gli antibiotici hanno rivoluzionato l’industria del pollo, contribuendo alla diffusione di batteri resistenti

Craig Watts alleva polli da carne dal 1992. Possiede un allevamento di medie dimensioni nella …