Home / Etichette & Prodotti / Cheerios: 7,2 g di zucchero in una porzione di cereali da 30 g. Bilancia o porzione ad occhio?

Cheerios: 7,2 g di zucchero in una porzione di cereali da 30 g. Bilancia o porzione ad occhio?

cereali cheerios zucchero zolletteI cereali da prima colazione sono tra i prodotti che occupano più spazio nelle corsie dei supermercati. Spesso ricchi di vitamine e minerali si dice siano capaci di sostenere al meglio per affrontare la giornata e dare la giusta carica per merenda: da soli, inzuppati nel latte o nello yogurt.

Nati alla fine del 1800 negli Stati Uniti come sostegno alla dieta vegetariana, in principio erano di pasta di mais trasformata in fiocchi e poi tostati. Oggi si ottengono per estrusione e gli abbinamenti dei cereali sono numerosi: con cioccolato in pezzi, frutta secca, frutti rossi o rivestiti di miele.

Ed è proprio considerando l’associazione tra miele e cereali che è venuto spontaneo pensare ai Cheerios e all’ape Buzz, la mascotte di queste ciambelline. Il packaging richiama al consumatore diversi elementi positivi quali “cereali integrali ingrediente n°1”, “ricco di fibre“, “con vitamine e minerali” e il miele “delizioso“. I Cheerios sono composti al 74,3% da frumento e farine integrali, contengono il 24% di zuccheri (derivati da zucchero, miele e dallo sciroppo di zucchero di canna parzialmente invertito) e sono fortificati con vitamine e minerali. I cereali integrali costituiscono un apporto di fibre pari al 7,4% mentre il miele compone solamente il 3,8% del prodotto. Lo zucchero aggiunto, considerando la porzione suggerita di 30 grammi, corrisponde a 7,2 g, circa 1,5 zollette da 5 grammi.

L’etichetta a semaforo Nutri-Score assegna ai Cheerios il colore giallo, indicandoli come validi al consumo senza però esagerare. I cereali da prima colazione sono un ottimo esempio per l’utilizzo del Nutri-Score data la vasta offerta, utile quindi al consumatore per poter scegliere mettendoli a confronto.nutriscore cLo zucchero aggiunto ai prodotti alimentari è considerato una delle cause di obesità. Per l’OMS gli zuccheri semplici aggiunti (*) non dovrebbero superare il 10% delle calorie giornaliere, circa 50 g per una dieta di 2.000 kcal. Data la varietà di questi prodotti la Nestlé specifica la quantità delle diverse porzioni nel sito. I Cheerios risultano perciò un buon prodotto se la porzione è rispettata. E tu, li pesi i cereali?

(*) Gli zuccheri aggiunti o zuccheri liberi sono quelli contenuti in alimenti e bevande zuccherate, miele, sciroppi, succhi di frutta da concentrato, e succhi/spremute/centrifughe/estratti anche 100% di frutta.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Simone Finotello

Avatar

Guarda qui

Close up photo of charming lovely hipster playing with cakes pies candies in kitchen preparing for birthday dressed in white woolen pullover isolated over colorful background

Ma esiste davvero un biscotto sano? Altroconsumo analizza 168 prodotti tra frollini, biscotti secchi, integrali e ‘senza’

C’è chi i biscotti preferisce mangiarli a colazione, chi li accompagna al classico tè delle …

2 Commenti

  1. Avatar
    Orazio Zingaro

    Ma il Nutriscore viene calcolato sulla quantità standard di 100 g/ml? O sulla dose di consumo suggerita dal produttore? O sulla quantità unitaria di prodotto per confezione (es.: 330 ml per le bottiglie piccole di birra)?

    • Avatar
      Simone Finotello

      Il calcolo del Nutri-Score è sempre effettuato sulla quantità di 100 g o 100 ml di prodotto.