Home / Lettere / Articolo 62: domande e risposte. Come si applica nei contratti import-export?

Articolo 62: domande e risposte. Come si applica nei contratti import-export?

In seguito all’entrata in vigore della legge 27/2012, che rivoluziona il sistema dei pagamenti dei prodotti alimentari, moltissimi lettori ci hanno scritto chiedendo delucidazioni in particolare sull’articolo 62.

 

Per un approfondimento sulla corretta applicazione della normativa si può scaricare l’e-book scritto dall’avvocato Dario Dongo “Articolo 62: una rivoluzione” e pubblicato da Il fatto alimentare.

Di seguito pubblichiamo alcune delle domande giunte in redazioni con la risposta dell’avvocato Dongo.

 

————————————————————-

 

Siamo un’azienda casearia e vorremmo avere alcuni chiarimenti in merito al decreto attuativo Art.62 per i contratti import-export.

Notizie da Il Sole 24 Ore ribadiscono che l’art.1 del decreto attuativo specifica che il campo d’applicazione dell’Art.62 riguarda i contratti e le relazioni commerciali che hanno ad oggetto la cessione di prodotti agricoli e alimentari la cui consegna avviene nel territorio della Repubblica Italiana. Ne consegue che, nell’ambito delle operazioni import-export, saranno soggetti alla disciplina gli operatori che importano prodotti dall’estero, se la merce viene consegnata in Italia, rimangono escluse le esportazioni se la consegna della merce avviene in uno Stato terzo.

Il vettore è considerato solamente un passaggio necessario alla vendita che si perfeziona con la consegna all’estero.

Chiediamo gentilmente di fornirci deluciadazioni in merito a quanto sopra.

 

————————————————————-

 

Come potete leggere anche nell’ebook “Articolo 62, una rivoluzione pubblicato da Il fatto alimentare, è proprio la circostanza della consegna in Italia a rilevare ai fini dell’applicazione della norma.

 

Ne consegue che, qualora si intenda mantenere le diverse prassi in uso coi fornitori esteri, bisognerà concordare con essi che il trasferimento della merce abbia luogo in paese straniero, il che è possibile con la consegna Ex Works presso il fornitore ovvero presso corriere/agente avente sede in quel territorio.

 

Viceversa la vendita di prodotti italiani a cliente straniero sarà esclusa dall’art. 62 solo in caso essa venga eseguita franco destino in paese estero.

 

Dario Dongo

Foto: Photos.com

 

Avatar

Guarda qui

Cibo per cani e gatti venduto con i nomi dei prodotti alimentari destinati agli umani

Il settore degli alimenti per gli animali domestici non conosce crisi ed è in continua …