Home / Allerta (pagina 30)

Allerta

Allerta tra gli scaffali: solo Auchan, Simply e Carrefour pubblicano on line l’elenco dei prodotti ritirati

Ogni settimana in Francia c’è una catena di supermercati, un’azienda o un ministero che invita i cittadini a non consumare un prodotto alimentare che presenta problemi di qualità, sicurezza, etichettatura o altro ancora. La notizia viene diffusa via internet dalle varie imprese e  ripresa da numerosi siti e organizzazioni di consumatori per raggiungere il maggior numero di persone. Oltre a …

Continua »

Scandalo frutti di bosco surgelati: ritirati tre nuovi lotti contaminati da virus epatite A. Sotto accusa il ribes rosso. Il Ministero invita a non consumare prodotti crudi. Epidemia in calo

È il ribes rosso contaminato con il virus dell’epatite A ad aver infettato le confezioni di frutti di bosco surgelati, che hanno provocato dal marzo di quest’anno un’epidemia che ha colpito oltre 400 italiani. È  l’ipotesi avanzata dal ministero della Salute che sta lavorando con le autorità sanitarie europee per supportare questa eventualità.   L’altra notizia che abbiamo raccolto grazie …

Continua »

Mercurio in pesce spada spagnolo e Listeria in pancetta dall’Italia… Ritirati dal mercato europeo 74 prodotti nelle settimane 33 e 34

Nella settimana n°33 del 2013 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 35 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano), di cui nessun’allerta grave.   Nella lista dei lotti respinti alle frontiere e/o delle informative sui prodotti diffusi che non implicano un intervento urgente troviamo: trattamento termico inadeguato di latte UHT …

Continua »

Listeria e salmonella in salsicce italiane, colorante non autorizzato in zafferano… Ritirati dal mercato europeo 132 prodotti nelle settimane 31 e 32

Nella settimana n°31 del 2013 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 52 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco comprende due allerta, una per la presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in carne di cervo congelata dall’Austria e Listeria monocytogenes in salsicce italiane (distribuite …

Continua »

Listeria in gorgonzola al mascarpone italiano e Anisakis in sgombro dalla Spagna… Ritirati dal mercato europeo 58 prodotti

Nella settimana n°30 del 2013 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 58 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco comprende due allerta, una per la presunta presenza di Clostridium botulinum in pesto italiano (distribuito in Albania, Isole Cayman, Danimarca, Francia, Germania, Monaco, Regno Unito e Italia), la seconda …

Continua »

Aflatossine in latte ungherese e mercurio in pesce spada dal Portogallo… Ritirati dal mercato europeo 50 prodotti

Nella settimana n°29 del 2013 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 50 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco comprende due allerta, una per eccesso di mercurio in filetti di pesce spada congelato (Xiphias gladius) portoghese, la seconda riguarda la presenza di aflatossine in latte crudo proveniente dall’Ungheria. …

Continua »
pasta pesto

Pesto di Prà: la società ribadisce la validità di avere lanciato l’allerta nazionale per tutelare i consumatori come si fa in tutti i paesi europei, ma dimentica un particolare

Pubblichiamo il comunicato stampa della Bruzzone e Ferrari in cui la società ribadisce la necessità e l’opportunità di avere lanciato l’allerta nazionale,  sulla base di analisi realizzate dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie che hanno individuato il batterio Clostridium botulinum e le spore in grado potenzialmente  di generare la pericolosissima tossina. Siamo d’accordo con questo comportamento e lo abbiamo anche scritto, anche …

Continua »

Pesto al botulino: un richiamo a metà. La macchina dell’allerta dei supermercati ha mostrato lacune gravissime e inaccettabili. Incuria o opportunismo?

Le migliaia di vasetti di pesto rititati dal mercato in questi giorni per fortuna non contenevano la pericolosisima tossina del Clostridium botulinum. È una fortuna perchè la macchina dell’allerta dei supermercati si è mossa solo a metà e ha mostrato gravissime lacune inaccettabili. Adesso si pensa ai danni d’immagine per le aziende coinvolte e si minimizzano i toni, ma se …

Continua »

Tutta la verità sul pesto senza botulino: Prometeus fa una sintesi della vicenda con i risvolti dell’allerta

Vi proponiamo un articolo firmato da Luca Bucchini e pubblicato oggi sul sito Prometeus promosso dall’Associazione nazionale biotecnologi italiani (Anbi), che spiega molto bene la storia del pesto al botulino, del perchè giustamente sia stata lanciata l’allerta, anche se le analisi successive hanno constatato che il pericolo sembra scongiurato.   Non c’era probabilmente nessuna tossina botulinica nel lotto di pesto …

Continua »

Mercurio in pesce spada spagnolo e tossine in carne di cervo dall’Austria… Ritirati dal mercato europeo 60 prodotti

Nella settimana n°28 del 2013 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 60 (10 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco comprende due allerta, una per eccesso di mercurio in pesce spada congelato (Xiphias gladius) spagnolo, la seconda riguarda la presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, …

Continua »

Pesto al botulino, una decina di regioni coinvolte. Conad, Esselunga e Coop allertano i consumatori inviando mail. E le altre catene? Serve trasparenza, i supermercati devono mettere in rete i nomi, le foto e l’elenco dei punti vendita

La questione dei vasetti di Pesto di Pra’ della ditta Bruzzone e Ferrari, ritirati dal mercato perchè sospettati di essere contaminati dal batterio Clostridium botulinum, è complessa. Tutto è iniziato sabato 20 luglio quando l’azienda informa il Ministero della salute di avere riscontrato in un vasetto di pesto anomalie, e di avere invitato i punti vendita e i supermercati su …

Continua »

Epatite A: 400 supermercati coinvolti, 200 persone colpite dal virus presente nei frutti di bosco. ll numero è destinato ad aumentare. Il ministro Lorenzin dice che siamo il Paese più controllato ma i supermercati non avvisano in modo adeguato la clientela

In Italia sono oltre 200 le persone colpite dal virus dell’epatite A, perchè molto probabilmente hanno mangiato il “Misto frutti di bosco” surgelati, della linea “Bosco reale” confezionato dalla Asiago Food o uno delle altri tre prodotti ritirati dal mercato per gli stessi motivi  confezioanti dalle ditte Green Ice ed Erica Spa (vedi tabella) .   Per l’Asiago Food tutto …

Continua »
pesto

Pesto contaminato da botulino: i vasetti sono stati venduti da Conad e da Esselunga che allertano i clienti via mail ma non pubblicano informazioni sul sito. Aspettiamo altri nomi

Il Ministero della salute ieri ha diramato un’allerta per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che diversi vasetti di pesto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni. Si tratta del Pesto di Pra’ prodotto dalla società Bruzzone e Ferrari di …

Continua »

Allerta per vasetti di pesto Conad Sapori&Dintorni contaminati da botulino. Sono prodotti da Bruzzone e Ferrari di Genova: lotto 13Go3, scadenza 9 agosto. Ritirato il prodotto in tutti i supermercati

Scatta di nuovo un’allerta alimentare grave per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che divesi vasetti di prodotto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni.   Il Ministero della salute poche ore fa ha diffuso un comunicato dicendo che …

Continua »

Frutti di bosco surgelati, è allerta in Europa. In Italia 200 casi e l’Efsa ne prevede altri. Aziende e supermercati devono informare i consumatori ma non lo fanno

Il 10 luglio l’Autorità europea per la  sicurezza alimentare (Efsa), ha focalizzato l’attenzione sull’epidemia di epatite A in corso in Italia e in altri Paesi europei.   La questione è abbastanza seria e il documento ipotizza probabili nuovi casi (in Italia le persone colpite sono oltre 200, i consumatori non sono stati adeguatamente informati e i frutti di bosco surgelati …

Continua »