Home / Allerta / Frammenti di vetro e pezzi di legno in pasta secca italiana e Listeria in salami… Ritirati dal mercato europeo 45 prodotti

Frammenti di vetro e pezzi di legno in pasta secca italiana e Listeria in salami… Ritirati dal mercato europeo 45 prodotti

frammenti di vetro
La Germania segnala frammenti di vetro e pezzi di legno in pasta secca

Nella settimana n°5 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 45 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un caso per allergene (pesce) non dichiarato in pezzi di frutti di mare refrigerati dalla Danimarca.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: conteggio troppo alto di Escherichia coli in mitili mediterranei vivi (Mytilus galloprovincialis) dalla Spagna; istamina in tranci di tonno pinna gialla confezionati sottovuoto e refrigerati dalla Spagna.

salami
Presenza di Listeria monocytogenes in salami italiani

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: residui di pesticidi (prochloraz, acetamiprid e clorotalonil) in melograni freschi dalla Turchia; aflatossine in arachidi dall’Egitto; migrazione di manganese da utensili da cucina in legno dalla Cina; residui di pesticida (prochloraz) e sostanza non autorizzata (carbendazim) in melograni refrigerati provenienti dalla Turchia; contaminante industriale (semicarbazide, SEM) in filetti di pesce gatto congelati (Pangasius spp) dal Vietnam; aflatossine in pistacchi dalla Turchia.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Germania segnala due allerta, la prima per frammenti di vetro e pezzi di legno in pasta secca e la seconda per la presenza di Listeria monocytogenes in salami (leggi articolo).

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Char Siu Pork - Chinese roasted pork loin.

Listeria in lombate di maiale dalla Spagna e aflatossine in mais dalla Serbia… Ritirati dal mercato europeo 83 prodotti

Nella settimana n°46 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …

7 Commenti

  1. Avatar

    E’ possibile avere le marche della pasta?
    Come fa il ministero della salute a sapere se qualcuno ha in casa della pasta salumi pistacchi ecc? ci sono persone che fanno scorte di alimentari..
    E’ assurdo non informare i cittadini in modo appropriato.

    • Valeria Nardi

      Gentile Filippo, Il Rasff “Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi” è una struttura coordinata a livello europeo. Molti Stati pubblicano i nomi delle marche i cui lotti sono oggetto di ritiro, richiamo o allerta. L’Italia non è tra questi; cioè neanche a noi è dato sapere di che prodotti si tratta. Abbiamo chiesto più volte alle catene di supermercati e al Ministero che questi dati fossero resi pubblici.

  2. Avatar

    Gent. Valeria Nardi, grazie per avermi risposto, lo immaginavo, non siete voi i responsabili di queste mancanze di informazioni, anzi per documentarmi seguo spesso questo sito, e lo ritengo molto interessante su diversi argomenti.
    Purtroppo anche in questo caso, in Italia non abbiamo un sistema credibile, che tuteli la salute dei cittadini, l’importante è pagare le tasse, ma in molti settori, non c’è riscontro positivo.
    Speriamo che i cittadini se lo ricordino, quando dovranno andare a votare, e che diano una svolta all’Italia, ci sono forze politiche credibili (non intendo polemizzare con discorsi politici lo faccio ora perché c’è un motivo) ad esempio Salvini della Lega, continua a combattere in europa, contro le decisioni che impongono, ad utilizzare olio di oliva extra comunitari, compreso il latte e molti altri alimenti, ma quasi nessuno ne parla… anzi cercano di nascondere queste notizie, e vengono esaltate altre tipo, che sono razzisti cattivi e brutti…Vengono mescolate le notizie, a proprio piacimento.. infatti quelli che ci sono ora, pur di avere una vittoria si fanno dare i voti dai cinesi…
    In parlamento ci vogliono persone credibili, che sappiano valorizzare i nostri prodotti italiani, che non ci svendano e ci fanno passare per dei burattini…

    • Avatar

      Concordo in pieno!!Non esiste sito ufficiale governativo che informi il cittadino consumatore. È scandaloso.

  3. Avatar

    attenzione che siti ufficiali governativi che informi i cittadini bla bla ….. coordinati dalla nostra classe politica sarebbero ad attendibilità zero.servono organi indipendenti per un unformazione slegata dalle lobby et simili.
    leggo nell’articolo…. migrazione di manganese da utensili da cucina in legno dalla Cina….. mi domando se dal legno puo’ migrare manganese.

  4. Avatar

    Filippo,

    Esistono ancora persone credibili? Io comincio ad avere seri dubbi…