Home / Recensioni & Eventi / L’antirazzismo passa anche dal cibo: al via il primo Festival etrusco contro il razzismo

L’antirazzismo passa anche dal cibo: al via il primo Festival etrusco contro il razzismo

antirazzismoDal 24 fino a domenica 27 gennaio a Cerveteri (Roma) si svolgerà il primo Festival etrusco contro il razzismo e ogni forma di discriminazione. L’iniziativa è stata voluta e organizzata dall’Assessorato alla Cultura insieme alla Consulta Comunale dei Cittadini Migranti e Apolidi e tante realtà associative per lottare insieme contro ogni forma di discriminazione sociale.

Durante i quattro giorni del Festival ci saranno rappresentazioni teatrali, convegni, sport, degustazioni di piatti tipici, letture per bambini, musica, balli tradizionali e la premiazione del concorso Fotografico organizzato dal Comitato Futuro Comune “Together” – La nostra Vita insieme – per sensibilizzare i cittadini sul fenomeno del vivere insieme in un’Italia a colori*.

Tra le varie iniziative ne segnaliamo una molto interessante che si terrà sabato 26 gennaio dalle 17:00 alle 19:00 presso Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria, dal titolo “Cibo e integrazione: le cucine del mondo per abbattere le barriere”. Durante l’incontro ci sarà una presentazione storica e nutrizionale delle grandi cucine regionali del mondo con degustazione di specialità tipiche. Per visualizzare la locandina completa cliccare su questo link.
Tutti gli eventi saranno a ingresso libero e gratuito.

*Per partecipare è necessario scaricare il modulo di partecipazione e inviarlo entro il 18 gennaio a questo indirizzo: concorsofotograficotogether@gmail.com. Il regolamento e la scheda d’iscrizione sono scaricabili ai link https://bit.ly/2Sof3nh e https://bit.ly/2SpnLS2.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

pollo big chicken

Big Chicken, come gli antibiotici hanno rivoluzionato l’industria del pollo, contribuendo alla diffusione di batteri resistenti

Craig Watts alleva polli da carne dal 1992. Possiede un allevamento di medie dimensioni nella …

Un commento

  1. Se abbatti le barriere arriva il McDonald’s, altro che i cibi etnici.
    Globalismo alimentare, sappiamo già come finisce. Lo san tutti, tranne chi sta a sinistra.