Vorrei sapere se quando si trova il pesce infestato dal parassita “Anisakis” si può o si deve denuciare il fatto. E se sì, quali sono gli organi che devono essere informati.

Cordiali saluti.

 

Gent. ma lettrice,

Il mio consiglio, se pensa si tratti davvero di Anisakis, è quello di informare il responsabile del punto vendita dove ha acquistato il pesce chiedendo spiegazioni. Ciò sarà utile anche per segnalare all’azienda di stare più attenta e di non vendere altro prodotto parassitato.

Gli organi competenti per il controllo sono i veterinari dell’Asl (Azienda Sanitaria Locale) o i Nas (Nucleo antisofisticazioni dei Carabinieri) i cui riferimenti sono rintracciabili città per città sull’elenco telefonico.

 

Valentina Tepedino Med.Veterinario, Direttore di Eurofishmarket

- 13 Febbraio 2012
0 0 voti
Vota
1 Commento
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Ezio
Ezio
20 Giugno 2012 11:01

Visto l’alto consumo in crescendo di pesce e carni crude che si sta diffondendo, sarebbe molto utile la divulgazione approfondita e costante dei rischi e dei metodi per prevenire e consumare questo prezioso alimento, in tutta sicurezza.
Quindi consigli per l’acquisto, trasporto, conservazione e preparazione casalinga degli stessi, magari con l’analisi sensoriale del consumatore per individuare possibili contaminazioni e difetti.
Grazie per il vostro lavoro.