Home / Etichette & Prodotti / “All Natural” su prodotti ogm, negli Usa due aziende patteggiano per pubblicità ingannevole. Tolgono la scritta e rimborsano chi aveva acquistato i prodotti

“All Natural” su prodotti ogm, negli Usa due aziende patteggiano per pubblicità ingannevole. Tolgono la scritta e rimborsano chi aveva acquistato i prodotti

all natural
Kashi ha rimosso le scritte e rimborsato i clienti

Negli Stati Uniti, definire un prodotto alimentare “All Natural” può costare caro. Kashi, che fa parte di Kellogg Company, ha patteggiato in Florida il pagamento di 3,99 milioni di dollari, per chiudere una class action in cui era accusata di pubblicità ingannevole, avendo promosso come “Completamente naturali” alcuni suoi prodotti contenenti ogm e ingredienti sintetici. Kashi ha accettato di rimuovere le scritte “All Natural” e “Nothing Artificial”, e di rimborsare i consumatori che hanno acquistato i prodotti sotto accusa, come barrette, snack e pizze.

Non è la prima volta visto che in California, lo scorso anno, Kashi aveva convenuto il pagamento di cinque milioni di dollari per questioni simili; 825.000 dollari invece in Florida per chiudere una causa analoga, riguardante il suo amido di mais, che contiene ogm.

all natural
Kashi fa parte di Kellog Company

Nel luglio 2013, PepsiCo negoziò il pagamento di nove milioni di dollari e sostituì le parole “All Natural” con “Simply” sull’etichetta dei succhi di frutta e di verdura Naked, per chiudere una causa in cui era accusata d’inganno dei consumatori, dal momento che nei succhi Naked ci sono vitamine aggiunte, che sono ingredienti sintetici.

Negli Usa, il termine “Natural” non indica nulla di preciso (come pure in Italia) e può essere utilizzato per quegli alimenti che non contengono coloranti, aromi artificiali o sostanze sintetiche, a differenza della parola “Organic” che si riferisce ai prodotti biologici certificati. Pur consentendone questo utilizzo, la stessa Food and Drug Administration (FDA) osserva che è difficile definire “naturale” un alimento o una bevanda che ha subito un processo industriale.

© Riproduzione riservata

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

nutri-score etichetta a semaforo francia beglio spagna

Etichetta a semaforo: in Francia 90 aziende e 5 supermercati aderiscono. Sì di Spagna e Belgio al Nutri-Score. Italia contraria

Il Senato italiano ha votato quasi all’unanimità una nota contro l’etichetta a semaforo, che impegna …

2 Commenti

  1. L’azienda è stata condannata per gli ingredienti sintetici o per gli OGM? Il titolo e l’articolo mi sembra dicano cose differenti.

    Grazie per il chiarimento

    • Beniamino Bonardi

      Non c’è stata alcuna condanna, perché il patteggiamento serve a evitare il processo, senza che l’azienda accusata ammetta alcuna colpa. Il patteggiamento riguarda entrambi gli aspetti sollevati dai denuncianti: ingredienti sintetici e ogm.