Home / Etichette & Prodotti / Alitalia serve succo di frutta Santal con latte. Un rischio per i passeggeri allergici, meglio cambiare

Alitalia serve succo di frutta Santal con latte. Un rischio per i passeggeri allergici, meglio cambiare

 Un lettore ci segnala che Alitalia durante alcuni voli offre ai passeggeri la bevanda Santal Pesca e Mango Plus, una bibita a base di succo di frutta arricchita con latte, un ingrediente che potrebbe creare qualche problema alle persone allergiche.

 

La presenza del latte è indicata sull’etichetta, ma in questo caso i passeggeri non possono leggere il testo perchè la bevanda viene servita direttamente nel bicchiere. Trattandosi di un ingrediente che abitualmente non si trova nei succhi venduti in Italia, la presenza dovrebbe essere sempre segnalata dagli assistenti di bordo.

 

Il nostro lettore dice di non avere ricevuto quest’informazione e di avere reclamato. Il personal ha confermato la presenza del latte precisando che tutti i viaggiatori vengono informati al momento del servizio.

 

Il problema evidenziato è abbastanza serio perchè di solito i succhi non contengono latte e anche le persone allergiche li bevono senza troppe preoccupazioni.

Il problema si pone anche acquistando il succo al supermercato anche se in questo caso le persone hanno la possibilità di leggere gli ingredienti sull’etichetta. Forse  sarebbe il caso di evidenziare con una certa evidenza anche sul fronte della confezione  questa “curiosa” presenza.

 

Tra le tante bevande presenti nell’assortimento Santal, Alitalia potrebbe scegliere un succo senza allergeni evitando sgraditi inconvenienti.

 

Roberto La Pira

Foto: Santal.it, Alitalia.com

 

 

Avatar

Guarda qui

SENZA GLUTINE CELIACHIA

“Senza glutine” la scritta che si trova sui prodotti più impensabili. Un lettore chiede se è lecito

Perché alcuni prodotti naturalmente privi di glutine presentano il claim “senza glutine”? Se lo chiede …

2 Commenti

  1. Avatar

    Il 10 % NON è " una goccia" !!!! Reclamare è troppo poco : mi pare una cosa indecente…..

  2. Avatar

    ricordiamoci che ci troviamo in volo! E’ vero che una persona allergica (o un genitore) non si fida molto, vuole vedere e leggere gli ingredienti ma se mi offrono un succo di frutta certo non penso che contenga lette! cosa potrebbe succedere se un allergico avesse una grave reazione anafilattica? credo sia veramente stupido utilizzare questi succhi di frutta! il problema è che spesso (quasi sempre) le allergie vengono non solo sottovalutate ma completamente ignorate! io, da mamma di bambina allergica cerco sempre di portarmi sempre dietro di tutto e di più perchè ho capito che non posso fidarmi di baristi o commesse di gelateria o pasticceria. ma in aereo è anche vietato portare bevande! uno cosa deve fare per avere attenzione! sembra veramente di essere nel 1300, quando le allergie non erano conosciute…