Home / Supermercato / Inaugurati i primi dieci discount Aldi in Italia. Conad ed Eurospin alla competizione sui prezzi

Inaugurati i primi dieci discount Aldi in Italia. Conad ed Eurospin alla competizione sui prezzi

aldi discount casse 2018Il primo marzo la catena tedesca Aldi ha aperto i suoi primi dieci supermercati, inaugurando la sua entrata nel mercato del discount in Italia, partendo dal Nord, dove ne aprirà 45 entro l’anno. I dieci punti vendita sono quelli di Bagno Mella (Bs), Cantù (Co), Castellanza (Va), Curno (Bg), Peschiera del Garda (Vr), San Donà di Piave (Ve), Spilimbergo (Pn), Trento, Rovereto (Tn) e Piacenza.

I discount Aldi si presentano con un design sviluppato ad hoc per l’Italia, dando particolare visibilità, anche dall’esterno, al reparto ortofrutta, che prende spunto dai mercati rionali. Ci sono poi l’angolo dei Sapori dedicato alla gastronomia regionale e quello per la pausa caffè. Ampio spazio per i prodotti in promozione due volte a settimana.

L’entrata in campo di Aldi, che è partita con sconti anche del 30%, porta a una nuova competizione sui prezzi. “L’apertura di un nuovo punto vendita Aldi in un mercato ancora inesplorato porterà con sé, almeno nel primo periodo, un abbassamento dei prezzi” ha dichiarato al quotidiano l’Adige Ivan Odorizzi, amministratore delegato del Gruppo Dao, cui fanno capo le insegne Conad ed Eurospin. “Non inseguiremo tutti i ribassi sui vari prodotti che la multinazionale proporrà. Ma certamente ci impegneremo in parecchie iniziative che ci consentano di fidelizzare i clienti”.

Il gruppo Aldi (acronimo di Albrecht Discount) è stato fondato in Germania nel 1913 ed è presente con 5.900 negozi in tutto il mondo, dall’Europa agli Stati Uniti, con un fatturato annuo che supera i 60 miliardi di euro e quasi 140.000 dipendenti.

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Limoni verdi o gialli? Gli italiani preferiscono quelli gialli che però in estate arrivano dal Sud Africa

Con una certa meraviglia ho scoperto che i limoni acquistati pochi giorni fa a Milano …

4 Commenti

  1. Avatar

    In grecia hanno chiuso i battenti da molto

  2. Avatar

    Per completezza, giovedì 15 c.m. è stato aperto anche a Trieste un supermercato Aldi.

  3. Avatar

    I fornitori verranno massacrati ne vedremo delle belle i prossimi anni. Alla fine i prezzi bassi fanno chiudere le aziende.

  4. Avatar

    Aperti due punti vendita ad Arcore e Concorezzo (Monza e Brianza) a 3 km di distanza uno dall’altro. Sul percorso due negozi Esselunga …