Home / Lettere / Acqua Lauretana: secondo una lettrice ha un cattivo odore. La risposta dell’azienda

Acqua Lauretana: secondo una lettrice ha un cattivo odore. La risposta dell’azienda

acqua LauretanaLo scorso luglio ho acquistato una confezione di acqua Lauretana in PET presso un supermercato della mia zona. L’acqua è stata bevuta dalla mia bambina di 20 mesi ed è stata utilizzata per prepararle le pappe. Stamattina ne ho bevuto un sorso anche io e mi sono accorta del cattivo odore. Ho aperto anche le altre bottiglie e tutte hanno questo strano odore, cosa non riscontrata invece nelle bottiglie di vetro a rendere acquistate presso un altro punto vendita.

Qui di seguito riporto il numero di lotto presente sulle bottiglie: L 28207PB00 Scadenza: 07/2019 Sperando che l’acqua non ci faccia male, resto in attesa di un vostro riscontro
Annalisa

Abbiamo chiesto all’azienda un chiarimento sulla questione visto che un problema analogo ci era stato segnalato lo scorso giugno per un’altra marca di acque minerali (leggi articolo). Ecco la risposta.

Dispiaciuti per l’inconveniente riscontrato con il nostro prodotto, sebbene non in possesso di un campione da sottoporre ad analisi, per esperienza ci teniamo a rassicurarla che l’odore rilevato non è sintomo di un problema relativo all’acqua, bensì di problemi legati al trasporto/stoccaggio del prodotto, tant’è che l’acqua consumata nelle bottiglie in vetro, prodotte nello stesso stabilimento,  non presentano alcun tipo di anomalia.

In quest’ultimo periodo caratterizzato da temperature elevate, può accadere che alcune bottiglie, a seguito di uno stress termico, originino al loro interno un odore di non neutralità.
Se fosse ancora in possesso di almeno una bottiglia – al fine di confermare quanto riportato – saremmo ben lieti di farla analizzare dal laboratorio di chimica analitica dell’Università degli studi di Torino e di condividere con lei quanto emergerà dai referti.

A seguito di questo scambio di email l’azienda e la lettrice hanno concordato le modalità di ritiro delle bottiglie per poter effettuare le analisi.

Aggiornamento del 17 settembre 2018.

L’azienda ci ha inviato l’aggiornamento sulle analisi effettuate dall’Università degli Studi di Torino sul lotto campione fornito dalla lettrice.

L’odore percepibile nei campioni da lei forniti può essere ricondotto alla presenza di microorganismi non patogeni naturalmente presenti nell’acqua minerale che in condizioni specifiche di esposizione alla luce o calore, abbiano sviluppato composti odorosi. Tuttavia, la natura delle sostanze odorose di cui si è verificata la presenza non è nè tossica nè nociva, inoltre la concentrazione è tale da poter essere considerata non significativa dal punto di vista tossicologico.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

glass of soda water and sugar

Sugar tax, anche Ansisa aderisce alla campagna per una tassa sullo zucchero: “usiamola per finanziare l’educazione alimentare”

Il consiglio direttivo e i referenti regionali dell’Associazione italiana specialisti in Scienza dell’Alimentazione (Ansisa) hanno …

8 Commenti

  1. Anche nella mia famiglia abbiamo riscontrato lo stesso problema. Lotto diverso ma stessa scadenza.
    Lotto L28192PB20
    Scadenza 07.2019
    L’acqua nelle bottiglie ha un odore sgradevole.
    Vi prego di aggiornarci dopo che l’azienda avrà effettuato le analisi, grazie.

  2. Buongiorno,
    ho notato anch’io lo stesso problema in altri lotti diversi. L’ultimo L28197PB4.
    Chiedo aggiornamenti,
    grazie

  3. Iniziate ad utilizzare l’acqua di rubinetto e schiantiamo sta storia dell’acqua in bottiglia. Vi fanno pagare l’acqua 1 cent e bottigli + trasporto 20 cent. Quando lo capirete ci saremo già estinti.

    • l`acqua del rubinetto qui da noi è imbevibile. Aldilà del cloro, che si può far evaporare, il sapore è disgustoso e da test privati risulta piena di porcherie tipo arsenico. Noi beviamo acqua in bottiglia di vetro, Lurisia, da 12 anni e nn abbiamo mai avuto problemi. È una delle 7 migliori acque
      italiane.
      Quando in estate andiamo in montagna allora lì sì che beviamo acqua del rubinetto. Quella è buonissima! Ma generalizzare proprio nn porta a nulla…

  4. Spett. il fatto alimentare, ho acquistato 2 cf. di acqua lauretana in un supermercato di Moncalieri ad agosto. Anch’io ho riscontrato un odore sgradevole. Il direttore del supermercato mi ha detto di prenderne altre 2 cf. che andava bene così.

  5. anche io ho riscontrato un terribile odore chimico in bottiglia di vetro lotto L8100CB23. Mi lascia inorridita il fatto che ho segnalato la preoccupante anomalia al numero verde e anche via mail ma nessuno dell’azienda si è degnato di interessarsi.

  6. Sarà che da una distribuzione selettiva e limitata, Lauretana ultimamente è presente anche in GDO, dove le vendite hanno forse dato un impulso importante alla produzione, con qualche conseguenza sulla qualità del confezionamento e/o stoccaggio?
    L’azienda dovrebbe dare qualche spiegazione pubblica dirimente, vista la situazione diffusa del problema, con diversi lotti interessati non solo per le confezioni in PET e non limitarsi alla negazione di fatto del problema o trattarlo come pochi casi sporadici.

  7. voglio far presente che mi capita spesso di vedere negli spazi di arrivo merci di vari supermercati lasciare esposti al sole per ore acque bibite alimentari di vario tipo ed
    anche prodotti deperibili qualche controllo non sarebbe sbagliato anche nelle vetrine
    di alcuni negozi commerciali sempre per esposizione al sole