Home / Nutrizione / Zucchero nelle bibite: in alcune ci sono più di sei cucchiaini per ogni lattina. Etichetta con semaforo rosso

Zucchero nelle bibite: in alcune ci sono più di sei cucchiaini per ogni lattina. Etichetta con semaforo rosso

bibita, bevande , zucchero
Sei e più cucchiani di zucchero trovati nelle lattine di bibite da Action Sugar

L’organizzazione britannica Action on Sugar ha analizzato 232 bibite zuccherate frizzanti acquistate in vari supermercati, scoprendo che il 79% contiene una quantità equivalente a sei o più cucchiaini di zucchero per ogni lattina da 330 ml. Per questo il 90% delle confezioni ha sull’etichetta nutrizionale a semaforo che siusa in Inghilterra il colore rosso per quanto riguarda la quantità di zucchero. Secondo Action on Sugar  le analisi hanno rilevato forti variazioni del contenuto di zucchero in bevande simili, e questo dimostra che la quantità può variare in modo significativo nelle bevande analcoliche, senza forti alterazioni del gusto.

I produttori, riuniti nella British Soft Drinks Association, hanno reagito alla diffusione dei dati, accusando “questi attivisti che, accecati dallo zelo politico, sembrano aver dimenticato che il 60% delle bibite analcoliche sul mercato non contengono zuccheri aggiunti e che l’obesità deriva da uno squilibrio tra calorie assunte e calorie consumate, e non è causata da un particolare ingrediente”.

Le etichette a semaforo adottate in Francia, chiamate Nutri-Score, sono il miglior sistema per aiutare il consumatore a capire le caratteristiche nutrizionali di un prodotto. Lo schema è molto semplice: il rosso indica un alimento da assumere con moderazione, il verde un cibo sano mentre il giallo invita a consumare il prodotto senza esagerare, per mantenere una dieta equilibrata. Le etichette sono state accolte con entusiasmo dall’OMS e dalle associazioni dei consumatori. In questo dossier di 19 pagine spieghiamo come funziona il Nutri-Score e perché nutrizionisti e società scientifiche che si occupano di alimentazione non possono che essere favorevoli all’adozione anche in Italia.

I lettori interessati a ricevere l’ebook, possono fare una donazione libera e ricevere in omaggio il libro in formato pdf  “Etichette a semaforo”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

sostieni

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare.  Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Nutritionist doctor writing diet plan on table

Diete online, nutrizionista sospesa per sei mesi: non visitava i pazienti di persona. La sanzione dell’Ordine dei biologi

Non c’è solo la dieta paleo nel mirino dell’Ordine dei biologi. Oltre al caso del …