Home / Lettere / Nesquik contiene il 75% di zuccheri ma “contribuisce al normale sviluppo cognitivo dei bambini”. Com’è possibile? Risponde Dario Dongo

Nesquik contiene il 75% di zuccheri ma “contribuisce al normale sviluppo cognitivo dei bambini”. Com’è possibile? Risponde Dario Dongo

Nesquik Opti-star
I claim di Nesquik sono giustificati poiché sono presenti vitamine e sali minerali

Ho visto sul sito della Nestlé una serie di notizie sulle proprietà salutistiche del Nesquik Opti-star che mi sembrano esagerate. Nel testo si dice che un bicchiere al giorno “contribuisce al normale assorbimento e utilizzo del calcio e del fosforo presenti nel latte ed è necessario per la normale crescita e sviluppo  osseo nei bambini”. La lista prosegue con  frasi del tipo “contribuisce al  normale sviluppo cognitivo dei bambini e al buon funzionamento el sistema immunitario”. Nell’ultima nota si legge che  “accresce l’assorbimento del ferro , contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento  e al normale metabolismo  energetico”.  Vorrei sapere  se questo tipo di pubblicità è regolare visto che si tratta di un prodotto essenzialmente composto da zucchero.

Anna
 —
Risponde l’avvocato Dario Dongo esperto di diritto alimentare
I claim relativi alla salute impiegati su Nesquik Opti-star indicati  da Anna trovano giustificazione teorica nella presenza delle vitamine e sali minerali aggiunti al prodotto. Ricordo che il regolamento claims (1) consente l’utilizzo delle indicazioni sulla salute autorizzate sui micro-nutrienti (2) qualora l’alimento ne contenga una quantità significativa, intesa come il 15% dei valori nutritivi di riferimento.
nesquik
Tra i cinque motivi per scegliere Nesquik, la maggior parte si riferiscono all’abbinamento con la tazza di latte. Il quinto motivo riguarda solo il latte

È invece meno chiaro e di dubbia legittimità il riferimento (richiamato con un asterisco a fianco della scheda nutrizionale) a una “porzione costituita da 13,5 g di prodotto (circa due cucchiai) in 200 ml di latte parzialmente scremato (un bicchiere grande).

Il regolamento Food Information to Consumer (3) non prevede l’ipotesi di riportare due tabelle nutrizionali, la prima con i valori riferiti a 100g di prodotto tal quale, e la seconda con i valori nutrizionali riferiti al prodotto abbinato ad un altro alimento, in questo caso la tazza di latte.

Schermata 2016-04-13 alle 16.02.47
Uno dei claim salutistici di Nesquik

Sono altrettanto poco chiare le diciture e i valori nutrizionali di vitamine e minerali riferiti a un bicchiere al giorno di latte e Nesquik. Poiché il prodotto venduto non è latte + Nesquik, ma soltanto Nesquik, il consumatore può legittimamente avanzare dei dubbi perché non riesce a capire qual è il contributo di  vitamine e sali minerali dovuti al  Nesquik e quale il contributo  nutritivo del latte.  È paradossale il caso del calcio perché la tabella indica che  la porzione combinata di 13,5 g di Nesquik + 200 ml di latte) contiene una quantità di calcio pari al 31% del VNR (Valore Nutritivo di Riferimento). Ma analizzando bene la tabella di composizione del preparato a base di zucchero e cacao si scopre che due cucchiaini di Nesquik contengono solo lo 0,5% del fabbisogno di calcio giornaliero, e dunque il contributo di una porzione è del tutto insignificante rispetto a quella del  latte.

Schermata 2016-04-13 alle 15.58.09
Gli altri claim di Nesquik che destano perplessità nel lettore

Quanto alla sua domanda sulle perplessità delle diciture relative all’assorbimento del calcio, allo sviluppo osseo, allo sviluppo cognitivo…, la risposta è “nì”. Nel senso che ad oggi, come si è visto, basta aggiungere un pizzico di vitamine o sali minerali per glorificare qualsivoglia prodotto dal punto di vista nutrizionale e salutistico. Il legislatore europeo aveva delegato la Commissione europea a predisporre i profili nutrizionali, vale a dire le caratteristiche nutrizionali che ciascuna categoria di alimenti deve rispettare per poter utilizzare nutrition & health claims (4). Lo scopo era impedire di scrivere sulle confezioni  frasi salutistiche e richiami alla salubrità di alcuni prodotti di scarso pregio nutrizionale, che  le aziende avrebbero  potuto utilizzare come leve di marketing nella pubblicità. Ma la Commissione, in dieci anni, non ha ancora provveduto a definire i profili nutrizionali e questo permette a prodotti che contengono il 75% di zuccheri e qualche vitamine come Nesquik di presentarsi come alimenti salutistici.

logo-fare

 

 

Note
(1) reg. CE 1924/06 e successivi
(2) reg. UE 432/12 e successivi
(3) reg. UE 1169/11
(4) reg. CE 1924/06, articolo 4

  Dario Dongo

Dario Dongo
Avvocato, giornalista. Twitter: @ItalyFoodTrade

Guarda qui

misticanza e fiori insalata 2

Insalata con fiori in vendita da Esselunga senza data di scadenza! La risposta dell’azienda non convince Dario Dongo

Ieri ho comprato un’insalata in busta con fiori freschi da Esselunga. Guardando la confezione, due …

4 Commenti

  1. La realtà ci consegna il fatto che nonostante tutte le regole e direttive, i pochi grandi produttori fanno proprio tutto quello che vogliono, in barba all’etica ed alla responsabilità verso i consumatori.
    Più sono grandi e più strumenti di conoscenza e ricerca possiedono, per proporre alimenti migliori di quello che fanno regolarmente, in barba a tutti i principi nutrizionali.
    Così alle istituzioni sanitarie e di vigilanza non resta che combattere i piccoli e maldestri produttori che ci provano, perché con i colossi non c’è storia ne geografia.

  2. tuto viene fatto con lo scopo di alimentare i guadagni dei produttori

  3. Luisa Straforini

    L’unica cosa che si può fare, oltre a tenersi informati, è non comprarli!

  4. sono daccordo con Luisa…… prodotto con messaggi “STRATOSFERICI” …… NO GRAZIE ….. NON ti compro…
    e suggerisco a tutti amici e conoscenti ……di fare lo stesso!!