Home / Pubblicità & Bufale / L`orecchino che fa dimagrire censurato dall’Antitrust vince ricorso in appello. Sentenza annullata

L`orecchino che fa dimagrire censurato dall’Antitrust vince ricorso in appello. Sentenza annullata

L’Autorità Antitrust ha condannato la società Starbene a pagare una multa di 20 mila euro per la pubblicità ingannevole di Zerodiet, un orecchino magnetico che promette la perdita di almeno 3,6 chili in un mese e venduto attraverso internet al prezzo di 49 euro. Il funzionamento si basa sui principi dell’agopuntura. Più precisamente sulla auricoloterapia, una scienza secondo cui l’orecchino stimola alcuni punti che favoriscono la liberazione di neurotrasmettitori in grado di determinare effetti terapeutici.

 

Il sito cita risultati strepitosi e parla di “miglioramento dello stato psicoemotivo legato al cibo e riduzione della fame e dell’appetito. Zerodiet agisce anche a livello dell’apparato digerente sui meccanismi di controllo del comportamento alimentare favorendo in tal modo una più precoce insorgenza della sensazione di sazietà con riduzione dell’assunzione di cibo, molto più facilmente di quanto avrebbe fatto se privo di questi stimoli (…). Si dice che Zerodiet permette di mangiare dal 25 al 39% in meno di quello che si sarebbe mangiato senza il loro uso, e di conseguenza può consentire una perdita di peso che va dai 3,6 fino ai 5,3“.

 

C’è anche un attestato scientifico dell’Istituto Superiore di Igiene Alimentare (???).

 

L’Antitrust ha stabilito che la documentazione scientifica è molto approssimativa e i risultati  fortemente sospetti. Lo stesso dottor Giancarlo Bazzoni, che sembra essere il professionista incaricato di sovrintendere all’operazione afferma in una memoria inviata all’Antritrust che “i lavori sull’applicazione della Magneto Pressione Auricolare, come strumento da utilizzare come sostegno al calo ponderale, sono in corso nel nostro paese ma necessitano ancora di tempo per poter fornire risultati significativi”.

 

 

L’aspetto più fastidioso della vicenda è la visibilità data dalla Rai all’orecchino magnetico, presentato a Uno mattina e a Porta a Porta. In entrambi i casi il dott. Giancarlo Bazzoni ha presentato Zerodiet, descrivendo le incredibili proprietà dell’oggetto.

 

C’è da chiedersi quali sono i criteri seguiti da certi conduttori e dalle redazioni dei programmi  per selezionare gli ospiti. Come fa un giornalista, non proprio ingenuo, come Bruno Vespa, o una redazione come quella di Uno Mattina a credere alla favola degli orecchini dimagranti? Ignoranza? Ingenuità? O più semplicemente superficialità. La prima regola del giornalismo è verficare la notizia, ma forse qualcuno pensa che sia fuori moda.

 

 Aggiornamento

Contro questa sentenza dell’Antitrust è stato presentato un ricorso al TAR Roma da parte di STARBENE s.r.l. Nel  mese di luglio 2012  Il TAR ha  accettato le richieste  della società annullando così la sentenza di censura (vedi  allegato TAR Roma ord 6326_2012)

 

Roberto La Pira

Foto: Photos.com

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

brancamenta amaro censura iap instagram

Brancamenta, censurato il post su Instagram di un influencer: è pubblicità occulta. La sentenza dello Iap

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con la pronuncia del Comitato di controllo n. 48/19 del 30/08/2019, ha …

7 Commenti

  1. Avatar

    Non si può introdurre l’obbligo di rettifica delle trasmissioni coinvolte? Sarebbe un bel passo avanti.

  2. Avatar

    sono d’accordo con Diego ma con una rettifica che figura ci fa il "Vespa" di turno con questa RAI possiamo dimenticarci dell’"onestà" della notizia

  3. Avatar

    E vogliamo parlare delle ripetute "ospitate" a Porta a Porta al farmacista Lemme e alla dieta tisanoreica? Perché Vespa non la smette di trattare la nutrizione con tanta superficialità?

  4. Avatar

    Gentile prof. Ticca, la scandalosa vicenda della dieta Tisanoreica l’abbiamo trattata nel sito in un lungo articolo. A Vespa bisognerebbe dirlo, forse insieme, e in modo più convincente spiegandogli che non è proprio la sua materia.

  5. Avatar

    L’orecchino in questione non è una bacchetta magica ma uno strumento che preme sul punto dell’agopuntura per le dipendenze. Io lo uso ed a me funziona, mi placa la fame nervosa.

  6. Avatar
    Andrea Ghiselli

    Non è superficialità, non è ignoranza, né tanto meno ingenuità. E’ molto ma molto peggio: audience

  7. Avatar

    Io l’ho usato un anno fa ed ha funzionato benissimo. Avevo ridotto le quantità di cibo che mangiavo solitamente ed è stato il primo passo per mettermi a dieta. L’ho usato per 2 mesi e dopo l’ho passato ad un’amica. Ho perso complessivamente 17kg con zerodiet e la dieta vegan. Ora me lo ricompro perché ora ho ripreso a mangiare un po’ di più dopo le vacanze e non voglio rimettere i kg che ho perso. Cmq funziona, chiedete un po’ alla gente che lo ha usato e poi valutate.