Home / Etichette & Prodotti / Fruttime: arriva la frutta a cubetti senza zuccheri aggiunti, ma con qualche additivo e un listino forse esagerato

Fruttime: arriva la frutta a cubetti senza zuccheri aggiunti, ma con qualche additivo e un listino forse esagerato

fruttime 1 In estate si guardano con più attenzione i prodotti pronti  facili da mangiare come Fruttime, il nuovo snack lanciato da Noberasco, presentato come la  “frutta al cubo”. Si tratta di cubetti di prugne, albicocche, pere o frutti rossi disidratati, confezionati in doypack (termine inglese usato per indicare il sacchetto richiudibile).

 

Il formato è davvero piccolo, 30 grammi che convertiti in frutta fresca equivalgono a quattro albicocche, quattro prugne,  oppure a due pere, e per i frutti rossi a un mix di cinque fragole, dieci mirtilli rossi e cinque neri. L’altra curiosità è che Fruttime o viene esposto nel reparto ortofrutta.

 

Osservando con attenzione il prodotto si scopre che la frutta nel sacchetto ha un aspetto morbido, non ha conservanti (tranne le due varianti alla pera e all’albicocca corrette con anidride solforosa dichiarata in etichetta come antiossidante), non contiene zuccheri aggiunti e coloranti.

 

Siamo di fronte a uno snack pensato per una mini pausa sul lavoro o come merenda a base di frutta, che si presenta con un’immagine molto salutistica e  accattivante. L’aspetto è quello di uno snack  disidratato e pressato a forma di cubetti, un po’ come le caramelle.

 

Fruttime cubetti frutta prodotti

 

La perplessità maggiore riguarda il prezzo: una confezione costa quasi 2 euro e apparentemente si tratta di un importo ccettabile,  ma facendo qualche calcolo si scopre che lo snack  costa  66,00 euro/kg! L’apporto calorico dipende dalla quantità di zuccheri presente nella frutta di partenza. I valori  passano dalle 58 kcal per una confezione di cubetti di prugna alle 98 kcal  per i cubetti a base di frutti rossi.

 

L’ultima segnalazione riguarda le immagini sulla confezione che non corrispondono a quelle reali. Aprendo il sacchetto si nota un colore meno vivace e anche una forma meno delineata.

 

Valeria Torazza

 

Fruttime tab cubetti frutta

 

© Riproduzione riservata

Foto: noberasco.it

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

Different pasta types on the wooden table.

Dalla trafilatura al bronzo alla lievitazione lenta, in etichetta crescono le indicazioni del metodo di produzione. I numeri dell’Osservatorio Immagino

“A lunga lievitazione”, “lavorato a mano”, “trafilato al bronzo”. Le tecniche di produzione fanno capolino …

4 Commenti

  1. Provate e, oltre al prezzo esagerato, non sono un granché al palato. Ha anche poco senso lanciarle in estate quando in ogni dove si trova frutta fresca a prezzi decisamente più abbordabili 🙂

  2. Ma la frutta concentrata non è considarata un dolcificante ad alto contenuto di zuccheri?
    Dalla tabella nutrizionale si evidenzia un contenuto di zuccheri compreso tra 30% ad oltre il 60%.
    Perché in questo caso si parla di assenza di zuccheri aggiunti, mentre un poco di concentrato di mela nelle confetture e succhi, è considerato zucchero aggiunto, sanzionato per pubblicità ingannevole?

  3. lucio bertoncelli

    la tabella nutrizionale è carente : infatti non comprende le vitamine e i sali minerali (solo il sodio), sarebbe interessante sapere il contenuto in Potassio e le vitamine rimaste dopo il processo di disidratazione. Direi che l’utilizzo più importante del prodotto sia negli sportivi, in aggiunta e/o sostituzione delle matodestrine