Home / Pianeta / Negli Stati Uniti aumentano i richiami di prodotti alimentari per motivi di sicurezza. Per gli esperti sono migliorate tecnologie e organizzazione

Negli Stati Uniti aumentano i richiami di prodotti alimentari per motivi di sicurezza. Per gli esperti sono migliorate tecnologie e organizzazione

muffaOgni anno un americano su sei si ammala a causa di cibi contaminati e i richiami di prodotti alimentari sono in continuo aumento. Tra il 2012 e il 2017, i richiami disposti dal Dipartimento dell’Agricoltura, che controlla la carne, sono aumentati dell’83,4%, mentre quelli decisi dalla Food and Drug Administration (FDA), che sorveglia il resto degli alimenti, sono cresciuti del 92,7%. Secondo i dati diffusi da Stericycle Expert Solutions, una società di consulenza industriale, i motivi principali dei ritiri sono la contaminazione batterica e gli allergeni non dichiarati. I richiami per contaminazione batterica disposti dalla FDA nel 2012 rappresentavano il 28% del totale e nel 2017 sono passati al 31,3%. Quelli per allergeni non dichiarati sono passati nello stesso quinquennio dal 35,4% al 41,2%.

Come riassumo la CNBC e il New York Times, solo nell’ultimo mese negli Stati Uniti, per una possibile contaminazione da Salmonella del siero del latte prodotto da un’azienda del Minnesota, sono stati richiamati alcuni lotti dei cracker Ritz, prodotti da Mondelez, i cereali Honey Smacks di Kellogg’s e i cracker Goldfish della Pepperidge Farm, di proprietà di Campbell Soup. Le persone colpite da questo focolaio di Salmonella sono state oltre cento in 33 Stati Usa. Nelle stesse settimane, McDonald’s ha dovuto ritirare le sue insalate in circa tremila ristoranti del Midwest e Del Monte alcuni lotti di verdure fresche tagliate e confezionate, perché collegate a un’epidemia causata dal parassita Cyclospora, che sinora ha infettato almeno 286 persone in 15 Stati.

Gli esperti di sicurezza e malattie alimentari osservano che non siamo di fronte ad un peggioramento della situazione, ma sono migliorate le tecnologie utilizzate nei test, consentendo di scoprire con più anticipo le contaminazione e di agire più rapidamente nei richiami, le aziende sorvegliano maggiormente e procedono con maggior decisione ai richiami volontari e le autorità sanitarie stanno migliorando nel rintracciare le origini delle contaminazioni. A ciò si aggiunge che con il Food Safety Modernization Act del 2011 la FDA può procedere d’autorità al richiamo degli alimenti potenzialmente contaminati se il produttore non lo fa volontariamente. Questa legge è stata utilizzata per la prima volta dalla FDA lo scorso aprile, per richiamare degli integratori alimentari a base di erbe contaminati dalla Salmonella. La legge del 2011 ha anche ampliato la capacità della FDA di chiedere alle aziende l’adozione di misure preventive, come la predisposizione di piani di ritiro dei prodotti, per accelerare i tempi di risposta in caso di emergenza. Un insieme di miglioramenti che ha portato a scoprire cause di malattie da fonte alimentare e loro origine in modo più efficace rispetto al passato.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

the real junk food project adam smith

Real Junk Food Project, ristoranti e supermercati dove il cibo viene salvato dalla spazzatura e viene pagato come ci si sente

Più di 120 caffetterie-ristoranti nel Regno Unito e in altri Paesi come Germania, Australia, Corea …

2 Commenti

  1. Su un forum chiedono se c’e’ una pasta fatta con grano italiano.Esiste?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *