Home / Recensioni & Eventi / L’autore di The China Study il 16 novembre a Verona: ma l’incontro con Colin Campbell costa 300 euro più IVA!

L’autore di The China Study il 16 novembre a Verona: ma l’incontro con Colin Campbell costa 300 euro più IVA!

TColin-Campbell-HLife-
Partecipare al seminario con Colin Campbell costerà 300 euro più IVA

In certi ambienti, legati in particolare al mondo dell’alimentazione vegana o delle terapie cosiddette naturali, Colin Campbell è una celebrità. Stiamo parlando dell’autore di The China Study, il libro ritenuto la “Bibbia” dei vegani. Sulla base dei risultati di un ampio studio epidemiologico condotto appunto in Cina negli anni Ottanta, il testo sostiene l’importanza di una dieta priva di prodotti di origine animale non solo nella prevenzione, ma anche nella cura di varie malattie, in particolare tumori e malattie cardiovascolari e degenerative.

 

Il libro è stato ampiamente contestato dalla comunità scientifica internazionale e diversi commentatori hanno sottolineato quanto sia inaccurato dal punto di vista statistico. In generale, per quanto siano ormai tutti concordi nel ritenere che una dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali e povera di carne e latticini possa aiutare, nel contesto di un sano stile di vita, a ridurre il rischio di sviluppare certe malattie, non ci sono prove che la sola alimentazione possa anche avere effetti terapeutici. Eppure, The China Study è un bestseller in tutto il mondo, e Campbell è spesso presentato come un guru della nutrizione.

 

Schermata 2014-08-01 alle 14.00.07
Il prossimo 16 novembre a Verona, si terrà il seminario Be4Eat con Colin Campbell

Per chi in Italia volesse sentirlo dal vivo, l’occasione sarà il prossimo 16 novembre a Verona, durante il seminario Be4Eat, nell’ambito della FeelGood Expo. Però non è questa la notizia che vorremmo darvi. La notizia, per noi, è un’altra e si riferisce ai costi per partecipare al seminario: 300 euro più IVA. Con alcuni “sconti” per particolari condizioni di iscrizione, secondo quanto viene comunicato per email se si compila il modulo di richiesta informazioni presente sul sito Be4Eat (vedi riquadro sotto).

 

La presentazione non lascia adito a dubbi sul fatto che sentire Campbell sia un privilegio “impegnativo”. Come si legge sul sito, «ascoltare le pillole di saggezza di un luminare di 80 anni che ha dedicato la vita per la ricerca e la scienza in tutto il mondo non ha prezzo!! La tua vita può cambiare». Però 300 euro sono davvero tanti.

 

The China Study copertina
The China Study è il libro ritenuto la “Bibbia” dei vegani

Anche perché spesso chi si affida a soluzioni terapeutiche di tipo naturale o basate sull’alimentazione lo fa tirando in ballo una presunta disonestà di medici e compagnie farmaceutiche. Che sarebbero perfettamente a conoscenza di metodi semplici ed economici per evitare o curare malattie (per esempio non mangiare più carne o bere centrifughe di verdura), ma ce li tengono nascosti perché ci vogliono tutti malati, per venderci farmaci e terapie.

Eppure, a suon di 300 euro a biglietto (senza contare i 20 euro per l’acquisto del libro), ci sembra che anche qui ci sia qualcuno che vuole vendere qualcosa, e non è dunque completamente disinteressato…

Valentina Murelli

 

prezzi Campbell The China Study
I prezzi e le offerte del seminario in novembre a Verona

© Riproduzione riservata

Foto: Thechinastudy.it, Be4eat.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valentina Murelli

Valentina Murelli
giornalista scientifica

Guarda qui

lente peperone carote ravanelli spinaci aglio

Sicurezza alimentare, a Milano il convegno sulle analisi chimiche e microbiologiche di cibo e acqua

Si svolgerà a Milano giovedì 26 settembre la seconda edizione del convegno Sicurezza alimentare: metodi …

6 Commenti

  1. Avatar

    Peccato che il mio prof di statistica, quando glielo feci leggere e controllare, perché volevo conferma che la mia “bibbia” fosse vera, mi disse che il dr.Campbell sarebbe stato bocciato in statistica e che gli avrebbe consigliato di ripartire da zero perché non aveva compreso neanche i concetti basilari.

  2. Avatar

    Ho partecipato allo stesso evento nel 2012 ( se ricordo bene la data) e da allora viene riproposto ogni anno.
    Più che un incontro scientifico come vorrebbero far credere e’ stato uno show dove la maggior parte dello spazio era dedicato a personaggi vari dello spettacolo mentre a Campbell e’ stato riservato uno spazio minimo.
    Anche se sono vegetariana e molto interessata all’argomento i 300,00 € sono veramente spropositati per chi partecipa ma
    un’ottima opportunità di guadagno per l’organizzatrice !

  3. Avatar

    Troppo pochi trecento euro per abbeverarsi a una tale fonte di scienza

  4. Avatar
    Fernando Ⓥ Boccia

    Io sono Vegan da 4 anni e The China Study l’ho letto prima in Inglese e poi in Italiano e lo regalo quasi ogni anno come strenna di natale, ma come si suol dire una rondine non fa primavera !!!
    Colin T. Campbell non è VEGANO !!! E’ vegetariano e non disdegna mozzarella di bufala e parmigiano reggiano, non è contro la sperimentazione animale anzi ne parla anche a favore e dice che se non poteva provare determinate cose sui topi di laboratorio (l’80% degli animali usati nella sperimentazione animale sono topi !!!). I 300 euro sono il costo che si paga in ITALIA dove tutto costa di piu’ e di solito non è giustificato !!!
    Da questo a dire che la scelta vegan sia sbagliata CE NE CORRE e la distanza e la stessa che c’è fra la terra e la luna anzi il SOLE !!!
    Vi ricordo che : un vegan inquina 10 volte meno di un onnivoro, che statisticamente campa in media 10 anni di più.

  5. Avatar
    Fernando Ⓥ Boccia

    Io sono Vegan da 4 anni e The China Study l’ho letto prima in Inglese e poi in Italiano e lo regalo quasi ogni anno come strenna di natale, ma come si suol dire una rondine non fa primavera !!!
    Colin T. Campbell non è VEGANO !!! E’ vegetariano e non disdegna mozzarella di bufala e parmigiano reggiano, non è contro la sperimentazione animale anzi ne parla anche a favore e dice che se non poteva provare determinate cose sui topi di laboratorio (l’80% degli animali usati nella sperimentazione animale sono topi !!!). I 300 euro sono il costo che si paga in ITALIA dove tutto costa di piu’ e di solito non è giustificato !!! Ma non serve The China Study per capirlo basta accendere qualsiasi TV nazionale o locale e sentire i telegiornali infarciti di stupidate INENARRIBILI che raccontano di personaggi senza spessore innalzati alle stelle a cominciare dalle piu’ alte cariche per finire con l’ultimo calciatore o soubrette dello spettacolo !!!
    Da questo a dire che la scelta vegan sia sbagliata CE NE CORRE e la distanza e la stessa che c’è fra la terra e la luna anzi il SOLE !!!
    In qualsiasi caso anche se le prove scientifiche o pseudo definite tali dai tanti detrattori fossero blande o insufficienti per far cambiare strada alla maggior parte di VOI onnivori !!! Vi ricordo che : un vegan inquina 10 volte meno di un onnivoro, che statisticamente campa in media 10 anni di piu’, che solo il fatto che non ammazza altri esseri senzienti per nutrirsi basterebbe per far cambiare idea e abitudine alimentare a molti di VOI !!!
    Poi voi qui parlate di Colin T. Campbell ma nessuno di voi cerca in rete quello che dice Veronesi o Berrino (nemmeno loro sono VEGAN !!!), quindi signori miei prima di SCRIVERE ENORMI INESATTEZZE cechiamo di fare un attenta analisi dei benefici e del risultato ottenuto con questa pubblicazione, che vi ripeto è un bestseller venduto in tutto il mondo !!! Diciamo che l’attacco di chi non è vegan verso chi lo è si sintetizza nella ricerca di un punto di attacco scientifico che non esiste mentre si potrebbe benissimo dire : a me piacciono CARNE, FORMAGGIO e PESCE e non me ne frega niente dell’ambiente, degli animali e della salute !!!
    Lunga vita e prosperità

  6. Avatar

    La dieta vegetariana (lacto ovo o vegan, o altre) e’ uno dei modelli alimentari migliori al mondo. E’ salutare (se ben pianificata), rispetta gli animali e l’ambiente.
    La scelta vegetariana e’ un “must” (tutti dovremmo diventare vegetariani) per preservare l’ambiente, ridurre lo spreco di risorse e lasciare qualcosa alle generazioni future (i nostri figli o nipoti).

    Il mio e’ un parere tecnico.