Home / Sicurezza Alimentare / Sottovalutata la presenza di Bisfenolo A nell`uomo aumentano le preoccupazioni

Sottovalutata la presenza di Bisfenolo A nell`uomo aumentano le preoccupazioni

 

L’esposizione  dell’uomo al Bisfenolo A ( Bpa)  è maggiore di quanto si pensa. E’ la tesi di uno studio americano pubblicato il 20 settembre  sulla rivista Environmental Health Perspectives. I ricercatori dell’Università del Missouri, in collaborazione con scienziati dell’Università della California-Davis e Washington State University ritengono di avere “prove convincenti che il BPA agli attuali livelli di esposizione si deve considerare pericoloso per la salute“ . Secondo le  prove condotte su un gruppo di donne, di scimmie e di topi l’ingestione di Bpa determina un innalzamento immediato della sostanza nel sangue di tutti i soggetti. Lo studio – recita un comunicato dell’University of Missouri –  dimostra in modo eclatante di quanto sia pericoloso il Bpa  e che occorre subito adottare provvedimenti per ridurre l’esposizione. Per questo motivo gli autori invitano il governo degli  Stati  Uniti a censire tutti i prodotti che contengono Bpa.

Il problema è delicato perché i quantitativi di Bpa utilizzato ogni anno ammonta a  circa 3,6 milioni di tonnellate e la sostanza non si trova in numerosissimi imballaggi alimentari  composti da policarbonato i biberon e  una miriade di altre  fonti.

Attualmente la Food and Drug Administration (Fda) e l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) stanno rivedendo le proprie opinioni sulla tossicità del Bpa.

 

Avatar

Guarda qui

alimenti cibo dieta verdure pollo pesce salute

Aumentano le notifiche al sistema di allerta Rasff. Nel rapporto 2019 boom di segnalazioni per la Salmonella nel pollo dalla Polonia

Nel 2019 sono tornate a crescere le notifiche trasmesse attraverso il Sistema di allerta rapido …