Home / Prezzi / Soda tax: Philadelphia è la prima grande città Usa ad introdurre la tassa sulle bevande zuccherate, anche quelle in versione diet

Soda tax: Philadelphia è la prima grande città Usa ad introdurre la tassa sulle bevande zuccherate, anche quelle in versione diet

soda tax
La soda tax sarà di 1,5 centesimi per oncia

Philadelphia è la prima grande città statunitense ad aver introdotto una tassa sulle bevande zuccherate comprese quelle con dolcificanti artificiali. La tassa sarà di 1,5 centesimi di dollaro per oncia, equivalente a 29 ml. Prima di Philadelphia, solo Berkeley, città ben più piccola, aveva introdotto una soda tax negli Usa.

Il sindaco di Philadelphia, Jim Kenney, ha difeso il provvedimento presentandolo come uno strumento per migliorare la qualità urbana nelle zone povere della città. I proventi della soda tax non saranno destinati a programmi sulla salute ma a investimenti per la realizzazione di asili e centri ricreativi.

soda bevande zuccherate bibite
La tassa genererà entrate per 91 milioni di dollari l’anno

Come riferisce il New York Times, il Dipartimento delle finanze di Philadelphia stima che la soda tax genererà entrate pari a 91 milioni di dollari l’anno. Sono già stati previsti studi per misurare l’impatto immediato della nuova tassa sulle vendite delle bevande interessate dal provvedimento e sull’obesità.

Gli oppositori della soda tax hanno speso circa cinque milioni di dollari per cercare di impedire l’entrata in vigore del provvedimento da parte del Consiglio comunale di Philadelphia. L’American Beverage Association ha già annunciato iniziative giudiziarie per invalidarlo, definendo la tassa “regressiva, ingiusta, discriminatoria e fortemente impopolare”.

© Riproduzione riservata

Se ti è piaciuto questo articolo

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

kinder gran sorpresa

Uova di Pasqua: ma quanto ci costano? Il prezzo può lievitare di 12 volte. Il prodotto più venduto ha solo il 50% di cioccolato!

“Buona Pasqua” titola il volantino di Carrefour che in seconda pagina mostra la foto di …

Un commento

  1. assolutamente a favore di questo tipo di tasse!