;
Home / Controlli e Frodi / Napoli, sequestro di 1400 litri contraffatti di champagne, olio e alcol

Napoli, sequestro di 1400 litri contraffatti di champagne, olio e alcol

champagne spumante

Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, unitamente a ispettori dell’Icqrf (dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi agroalimentari) sede di Napoli, ha sequestrato a San Giuseppe Vesuviano (Napoli) una fabbrica clandestina utilizzata per il confezionamento di bevande.

I controllori hanno trovato quasi 1400 litri tra champagne, olio ed alcool etilico privi delle indicazioni obbligatorie in materia di tracciabilità alimentare e contraffatti. In particolare, gli specialisti del Gruppo tutela mercato beni e servizi del nucleo di Polizia economico finanziaria di Napoli hanno scoperto una struttura perfettamente allestita per l’etichettatura di bottiglie contenenti falso champagne a marchio “Moet & Chandon” nel seminterrato di un edificio residenziale.

L’agenzia stampa Ansa riferisce che sono state sequestrate 774 bottiglie di champagne, 804 di olio “Sapio” e di alcol etilico delle distillerie “La Sorgente” e “Fiume”, nonché 129.400 accessori per il confezionamento. Denunciati i titolari, una 55enne e un 48enne originari di Sarno (Salerno), per contraffazione e ricettazione. Se immessi sul mercato, i prodotti avrebbero consentito un guadagno di oltre 120 mila euro.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Reati agroalimentari, l’appello congiunto delle associazioni per chiedere l’approvazione della riforma

Un gruppo di associazioni ambientaliste, di categoria e sindacati – Legambiente, Coldiretti, Libera, Gruppo Abele, …