Home / Pubblicità & Bufale / Il caffè diventa afrodisiaco. La trovata pubblicitaria di un’impresa italiana solleva molti dubbi sulla correttezza del messaggio

Il caffè diventa afrodisiaco. La trovata pubblicitaria di un’impresa italiana solleva molti dubbi sulla correttezza del messaggio

coppia che ride con caffèSui prodigi del caffè si è sempre parlato molto, e anche l’Efsa ha approvato alcuni claim salutistici che associano il consumo della bevanda ricca di caffeina alla veglia e alla concentrazione mentale. Nessuno però ha mai riconosciuto che “na tazzulella ‘e cafè” abbia pure velleità afrodisiache, come invece si dice nel sito di Sensual Caffè.

 

Sensual Caffè™, prodotto da GVM Innovative Essences, Teramo, viene presentato come  un “rivoluzionario prodotto brevettato con erbe salutari tonificanti ed eccitanti spezie orientali”, oltre che un “rivoluzionario caffè naturale contenente solo caffè tostato di prima qualità, erbe tonificanti e spezie stimolanti integrali per offrire agli amanti della vita gusto intenso e relazioni sensuali”.

 

caffèIl messaggio non brilla per chiarezza. Ricordiamo anzitutto che la disciplina dei cosiddetti nutrition & health claims (i claim nutrizionali e salutistici, Regolamento (CE) n. 1924/06) si applica anche ai marchi commerciali, i quali, quando affermano, sottintendono o suggeriscono un legame tra il consumo di un alimento e un beneficio per la salute, devono essere sostenuti da un’indicazione nutrizionale o salutistica conforme alle regole europee.

 

Sulla base della norma c’è da chiedersi quali sarebbero  le indicazioni salutistiche che giustificano l’utilizzo del marchio Sensual Caffè™? Il testo non dice perché Sensual caffè™ debba essere “la bevanda preferita durante i tempi migliori, quando vogliamo offrirci qualcosa in più, ogni volta che ci piacerebbe stare in relax con il nostro partner per ore calde e sensuali”.

 

sensual-caffeContinuiamo a leggere: “Contiene solo caffè gourmet tostato e piante vegetali micronizzate e biodisponibili, tutte riconosciute dalla comunità scientifica per le loro proprietà tonificanti, benefiche e salutari”. Ma perché mai queste piante sarebbero “biodisponibili”? Che cosa avrebbero di speciale? Quali sarebbero i riconoscimenti della comunità scientifica? E quali le “proprietà tonificanti, benefiche e salutari”?

Proviamo a cercare spiegazioni sul sito, senza successo.  Restiamo in attesa di sapere per quanto tempo questa situazione verrà tollerata dalle Autorità preposte alla tutela dei diritti dei consumatori.

 

Dario Dongo

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com, Sensualcaffe.com

 

 

 

 

 

 

 

  Dario Dongo

Dario Dongo
Avvocato, giornalista. Twitter: @ItalyFoodTrade

Guarda qui

Dietidea Riso Scotti: censurata la pubblicità. Sotto accusa anche il professor Nicola Sorrentino

La pubblicità della Dieta Riso Scotti, Dietidea, firmata dal dietologo Nicola Sorrentino è ingannevole. Il …