Home / Allerta / Salmonella in fogli di gelatina dalla Germania e tossina in semi di girasole dalla Bulgaria… Ritirati dal mercato europeo 70 prodotti

Salmonella in fogli di gelatina dalla Germania e tossina in semi di girasole dalla Bulgaria… Ritirati dal mercato europeo 70 prodotti

semi di girasole SalmonellaNella settimana n°43 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 70 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: Salmonella enterica (ser. Dublino) in fogli di gelatina dalla Germania; corpo estraneo (metallo) in patate a fette e patate arrostite dalla Germania; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in semi di girasole dalla Bulgaria, confezionati in Italia; conteggio troppo elevato di Escherichia coli in ostriche vive (Crassostrea gigas) dalla Francia.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: norovirus in cozze blu (Mytilus edulis) vive, dalla Francia; colore anormale di bastoncini di pesce congelati, dalla Germania; Salmonella in cosce di pollo congelate dalla Lituania; Salmonella e conteggio troppo elevato di Enterobacteriaceae in farina di carne mista per alimenti per animali domestici dall’Irlanda.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: additivo (E200 – acido sorbico) non autorizzato e non dichiarato in foglie di senape in salamoia dalla Cina, via Hong Kong; migrazione di nichel da mixer cinese, via Hong Kong.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, le Germania segnala la presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in germogli dalla Germania, con materie prime dall’Italia; la Danimarca segnala la presenza di Salmonella enterica (ser. Napoli) in rucola biologica dall’Italia, via Svezia; la Repubblica Ceca segnala contenuto troppo elevato di zinco in cibo per cani.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Salmonella in mitili vivi ed Escherichia coli in formaggio camembert… Ritirati dal mercato europeo 80 prodotti

Nella settimana n°41 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *