Home / Allerta / Principio attivo del Viagra in integratore statunitense e tossine in capesante dal Belgio… Ritirati dal mercato europeo 75 prodotti

Principio attivo del Viagra in integratore statunitense e tossine in capesante dal Belgio… Ritirati dal mercato europeo 75 prodotti

Principio attivoNella settimana n°28 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 75 (10 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sei casi: presenza di tossine (acido domoico) che causano avvelenamento amnesico da molluschi (ASP) in capesante (Pecten jacobaeus) dal Belgio; sostanza non autorizzata (sildenafil, il cui nome commerciale più diffuso è Viagra) in integratore degli Stati Uniti, attraverso l’Ungheria e in integratore dalla Repubblica Ceca con materie prime dalla Cina; alto contenuto di iodio in alghe secche provenienti dalla Corea del Sud, via Austria e via i Paesi Bassi; mercurio in pesce spada congelato dalla Spagna; istamina in tonno in scatola in olio di girasole dal Portogallo; mercurio in fette di verdesca (Prionace Glauca) congelata dalla Spagna.

Presenza di tossine (acido domoico) in capesante (Pecten jacobaeus) dal Belgio

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: contenuto di vitamina D3 troppo alto in integratore alimentare dall’Italia; importazione illegale di ali di pollo, uova salate e manzo secco dalla Cina; istamina in filetti di acciughe in olio di girasole dall’Italia; mercurio in fegato di pesce spada confezionato sotto vuoto dalla Spagna.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala la presenza Salmonella enterica (ser. Enteritidis) in petti di pollo refrigerati dalla Polonia; preparazione a base di riso geneticamente modificato, non autorizzato dalla Cina; Aflatossine (B1) in peperoncini tritati dello Sri Lanka.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono stati segnalati ritiri dal mercato, la Francia segnala un’allerta per la presenza di Salmonella enterica (ser. Enteritidis) in filetti di pollo congelati.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

costine di agnello carne cruda

Tossina di Shiga in costine d’agnello congelate e Listeria in formaggi di latte vaccino… Ritirati dal mercato europeo 59 prodotti

Nella settimana n°22 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …