Home / Etichette & Prodotti / Parmigiano Reggiano: nessuna svendita. La qualità non cambia. Nuove confezioni con il bollino per aiutare le aziende in difficoltà dopo il terremoto

Parmigiano Reggiano: nessuna svendita. La qualità non cambia. Nuove confezioni con il bollino per aiutare le aziende in difficoltà dopo il terremoto

Come e dove comprare il Parmigiano Reggiano per sostenere le aziende danneggiate dal terremoto? Per rispondere a queste domande ieri il Corsorzio del formaggio ha redatto un vademecum.

La nota dice chiaramente che non esiste un Parmigiano Reggiano del terremoto, ma solo iniziative a sostegno delle aziende colpite.

 

Il formaggio in vendita non è diverso da quello abituamente acquistato. Nei punti vendita si trova il prodotto che ha subito la consueta maturazione con le normali etichette, e non potrebbe essere altrimenti trattandosi di una DOP che deve rispettare tutte le regole. L’aiuto alle aziende è indiretto. Comprando il Parmigiano in speciali confezioni caratterizzate da un bollino o da una scritta (come quelle che saranno presenti nei supermercati Coop dall’11 giugno, oppure quelle messe a punto da altri caseifici), ci sarà una donazione di un euro al chilo al Fondo di solidarietà che il consorzio ha costituito per le imprese danneggiate.

 

Le forme di Parmigiano incidentate dal terremoto seguono il normale iter previsto dal consorzio in questi casi (vendita come Mezzano quando non raggiungono la normale stagionatura, macinato per altre lavorazioni secondarie se non rispettano le regole del disciplinare…). Questo aspetto è importante perchè il Parmigiano Reggiano può essere venduto solo seguendo queste modalità.

1 – Quanti sono i danni subiti?
I caseifici ed i magazzini di stagionatura danneggiati dalle scosse di terremoto del 20 e del 29 maggio sono 24. Le scosse sismiche del 29 maggio hanno provocato il crollo di formaggio in 4 strutture in provincia di Mantova, 2 in provincia di Modena, 6 in provincia di Reggio Emilia, danni con problemi di agibilità ad un caseificio in provincia di Mantova e 3 in provincia di Modena. Le forme coinvolte in questi nuovi crolli ammontano a 311 mila unità, portando il numero delle forme totali colpite dal sisma a oltre 600.000 mila unità (di cui circa 300.000 sono danneggiate, pari al 10% della produzione).
Sono in corso le operazioni per recuperare il formaggio crollato. Le forme di formaggio che possono continuare la maturazione per essere stagionate a Parmigiano-Reggiano, vengono trasferite in altri depositi attrezzati per lo scopo. Le forme di formaggio che hanno subito fratture o spaccature vengono trasferite in depositi refrigerati, in attesa della destinazione d’uso adeguata (grattugiato generico, formaggio fuso).

 

2  –  Esiste Parmigiano Reggiano terremotato?
No. Il formaggio marchiato Parmigiano-Reggiano segue tutte le procedure previste per la DOP ed è soggetto ai rigidi controlli di certificazione.
 
3 –  A che prezzo si può trovare il Parmigiano Reggiano dei caseifici terremotati?
Il formaggio marchiato Parmigiano Reggiano segue tutte le procedure previste per la DOP. Il prezzo può variare a secondo dell’età di stagionatura o della qualità del prodotto (ad esempio, il Parmigiano Reggiano Mezzano ha un prez zo inferiore in quanto è di seconda scelta e ha anche un’etichetta diversa vedi a lato).

 

4 –  Vorrei comprare del Parmigiano Reggiano per aiutare i caseifici colpiti dal t erremoto. A chi mi rivolgo?
Il Consorzio del Parmigiano Reggiano non vende direttamente il formaggio, ma si occupa della marchiatura e della promozione. Adesso sta aiutando i caseifici a trovare magazzini dove tenere le forme cadute  ancora intatte.

  Il Consorzio ha promosso la costituzione di un Fondo di  s olidarietà del “COMITATO GRUPPO CASEIFICI TERREMOTATI” DEL PARMIGIANO REGGIANO per la raccolta di fondi destinati alla ricostruzione dei caseifici colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio.

        Per fare qualsiasi versamento è possibile utilizzare il conto con Iban: 
        IT 07 A 07058 12803 000000057000

A questo fondo di solidarietà stanno aderendo diversi caseifici produttori di Parmigiano Reggiano che riceveranno gli ordini e invieranno le confezioni di “Parmigiano Reggiano di solidarietà”.  

 

Per ogni confezione di circa 1 chilo venduta sarà versato 1 Eur o al “Comitato Gruppo Caseifici Terremotati” del Parmigiano Reggiano. Per informazioni scrivete a: terremoto@parmigiano-reggiano.it  L’11 giugno cominceranno le iniziative di solidarietà da  parte delle catene di supermercati e ipermercati. Inizia Coop che per ogni pezzo di Parmigiano Reggiano contrassegnato da un apposito bollino destinerà 1 euro /kg al Fondo per i caseifici terremotati.

 
Il modo più semplice per essere di aiuto è di acquistare più formaggio. In questo modo i caseifici continueranno a rifornire la rete distributiva e la produzione, anche quella dei caseifici che hanno subito danni, avrà lo sbocco necessario a dare sostentamento a quanti debbono far fronte alle attuali gravi difficoltà.

Per chi vuole comprare il Parmigiano Reggiano direttamene presso i caseifici danneggiati dal sisma che fanno vendita diretta al pubblico gli indirizzi si trovano su facebook a questo indirizzo :
https://www.facebook.com/notes/parmigiano-reggiano/terremoto-aggiornamenti-sulla-situazione/204716639552975 

    
 

5 – A seguito del terremoto ci potranno essere difficoltà nelle forniture?
No. Il Parmigiano Reggiano, come sempre, viene prodotto secondo le regole del disciplinare di produzione della DOP. La presenza del nome Parmigiano-Reggiano col logo forma e fetta di colore nero, il marchio comunitario rotondo di colore giallo e rosso sono la garanzia che il prodotto, sia esso porzionato o grattugiato, è autentico Parmigiano-Reggiano.

Roberto La Pira

 

Altri articoli su Parmigiano Reggiano e terremoto

Parmigiano Reggiano le etichette e le diciture che indicano la qualità. Diffidare dalle imitazioni. Il Parmigiano Reggiano nella versione terremoto, sarà nei prossimi giorni venduto con un bollino speciale dalla Coop, e da altri supermercati e caseifici per sostenere le aziende danneggiate

Terremoto nel modenese: 26 vitelli morti, 14 stabilimenti lesionati, 200.000 forme di formaggio danneggiate e moria di pesci nel Po. Si allarga la lista degli stabilimenti danneggiati nella bassa modenese, oltre 200.000 le forme di Parmigiano Reggiano e di Grana Padano che nel modense sono state danneggiate dal terremoto.Poi bisogna considerare 12 impianti parzialmente

 

Avatar

Guarda qui

eatoriginal origine ingredenti iniziativa cittadini europei

Origine in etichetta: oltre un milione di firme per l’iniziativa europea EatORIGINal! Ne parla Dario Dongo

Ha superato il traguardo di un milione di firme l’iniziativa dei cittadini europei EatORIGINal! Unmask …

6 Commenti

  1. Avatar

    Grazie delle notizie ! Bisogna comprare il grana e il parmigiano, nonché l’aceto e così possiamo aiutare quell’industria tanto importante per tutta la nazione….

  2. Avatar

    Buon Giorno,
    in perole povere quanto e’ la differenza di costo del parmigiano "terremotato" dallo stesso ma di tre mesi fa? Ovvero quando non era ancora stato danneggiato?

  3. Avatar

    E’ doveroso da parte di tutti noi acquistare il parmigiano reggiano terremotato. Avevo riunito un gruppo di amici per acquistare alcune forme di parmigiano in pezzi da 1 Kg, ma non sono riuscito a trovare da che acquistarle…

  4. Avatar

    Acuistare il parmigiano terrremo9tato è un dovere morale . che ognuno di noi dovrebbe assolvere.E’un modo per ricordarsi che c’è gente che sta peggio che ha lavorato per fare quelle tome e quindi merita dei rimborsi.QuaLI CATENE DI SUPERMERCATI TROVIAMO QUESTO PRODOTTO?.GRAZIE

  5. Avatar
    Roberto La Pira

    Il formaggio con il bollino del terremoto io l’ho comprato sabato 9 giugno nei supermercati Coop di Milano .

  6. Avatar

    Io sono proprietario di uno dei caseifici che contribuiscono con un euro al chilo e fornendo "una casa" al parmigiano che può continuare la stagionatura. Per comprare il parmigiano c’è un modulo di contatto sul sito del consorzio ( http://www.parmigiano-reggiano.it/news/2012/domande_risposte_caseifici_colpiti_sisma.aspx ) che smista le richieste ai caseifici aderenti (il consorzio non vende direttamente).