Home / Etichette & Prodotti / Nessun obbligo per l’origine della carne di coniglio. La Commissione UE non lo esclude ma non si impegna

Nessun obbligo per l’origine della carne di coniglio. La Commissione UE non lo esclude ma non si impegna

carne di coniglioLa Commissaria UE alla Salute Stella Kyriakides non esclude di rendere obbligatoria l’indicazione dell’origine della carne di coniglio, ma non ha preso impegni. È questa la risposta della Commissione Europea all’interrogazione dell’eurodeputata Mara Bizzotto (Lega) che chiedeva l’origine in etichetta per le carni di coniglio e per i trasformati a base di coniglio, come avviene per la tracciabilità di altri tipi di carne a tutela dei consumatori. Secondo quanto riferisce Anmvi  l’interrogante aveva anche chiesto più controlli sulle importazioni dai Paesi extra-UE e tutele per i produttori italiani.

In risposta, la Commissaria alla Salute ha confermato che l’esecutivo di Bruxelles “valuterà la possibilità di proporre l’estensione a determinati prodotti dell’obbligo delle indicazioni di origine o di provenienza, tenendo pienamente conto degli impatti sul mercato unico”. L’obiettivo di questa iniziativa – contemplata anche dalla Farm To Fork Strategy – è di “consentire ai consumatori di identificare più facilmente l’origine degli alimenti ed aiutarli ad operare scelte alimentari informate e sostenibili”.

Va altresì precisato che le informazioni sull’origine della carne di coniglio possono essere riportate sull’etichetta su base volontaria, purché non siano fuorvianti, ambigue o confuse per il consumatore.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

olio extravergine

Olio extravergine: la Spagna regina della produzione, anche la Grecia supera l’Italia

L’Italia perde il secondo gradino del podio relativo alla produzione mondiale di olio extravergine d’oliva. Dietro …