Home / OGM / Alimenti con OGM: proposta di legge che vieta ai singoli Stati Usa di approvare leggi sulla loro etichettatura. Respinto anche l’emendamento di divieto di chiamare Natural questi cibi

Alimenti con OGM: proposta di legge che vieta ai singoli Stati Usa di approvare leggi sulla loro etichettatura. Respinto anche l’emendamento di divieto di chiamare Natural questi cibi

OGM
In Usa potrebbe cadere l’autonomia dei singoli Stati di dichiarare in etichetta la presenza di OGM in un alimento

La Camera dei Rappresentanti statunitense ha approvato una proposta di legge che vieta ai singoli Stati di far passare leggi sull’obbligo di etichettatura degli alimenti contenenti ogm, come avvenuto in Vermont. Il testo dovrà essere votato anche dal Senato. La Camera dei Rappresentanti ha anche respinto un emendamento con il quale si vieta ai cibi con ogm di definirsi “natural”.

La proposta di legge, approvata con 275 sì e 150 no, è denominata Safe and Accurate Labelling Act (Etichettatura sicura e precisa) ma è stata ribattezzata dagli oppositori DARK Act (Denying Americans the Right-to-Know, Negare agli americani il diritto di sapere). Il testo prevede anche la creazione di un sistema volontario, gestito dal Dipartimento dell’agricoltura, per l’etichettatura degli alimenti senza ogm, purché questa etichettatura non implichi, esplicitamente o implicitamente, che tali alimenti sono più sicuri di quelli con ogm. Secondo questa nuova legge, le compagnie che producono nuovi cibi ogm dovrebbero sottoporre alla Food and Drug Administration (FDA) le ricerche per dimostrarne la sicurezza.

ogm america USA agricoltura 187452523
Il Vermont dovrebbe rinunciare all’obbligo di etichettatura

Se questa proposta fosse approvata anche dal Senato e diventasse legge, annullerebbe la norma approvata nel 2014 dallo Stato del Vermont, in vigore dal 1° luglio 2016, secondo cui l’etichetta degli alimenti contenenti ingredienti GM in quantità superiore allo 0,9% rispetto al peso del prodotto, dovrà indicarne la presenza. Questi alimenti inoltre non potranno definirsi “natural”. Il Vermont è stato il primo Stato Usa a decidere l’obbligo di etichettatura degli ogm, senza subordinare l’entrata in vigore della legge al fatto che altri Stati vicini facciano altrettanto, come hanno invece stabilito il Connecticut e il Maine.

© Riproduzione riservata

 

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Lemons on the bright cyan background

Limoni, arrivano gli OGM per salvare l’industria USA da un’epidemia catastrofica. Ma cosa ne pensa l’opinione pubblica americana?

Che cosa pensano gli americani di frutta e verdura geneticamente modificate? Sono davvero così contrari …