;
Home / Nutrizione / Mense scolastiche: le famiglie che non ne possono usufruire la richiedono

Mense scolastiche: le famiglie che non ne possono usufruire la richiedono

mense scolasticheSecondo la ricerca sulle mense scolastiche, condotta da IPSOS per l’Osservatorio Cirfood District La ristorazione a Scuola: aspettative delle famiglie nel post-Covid (1), tre genitori su quattro ritengono che durante il lockdown a causa della didattica a distanza, l’alimentazione dei figli a casa sia stata sovente irregolare, sbilanciata e priva di cibi nutrienti importanti come frutta, verdure e pesce. C’è di più, molte famiglie considerano che in questo periodo quasi un bambino su tre è aumentato di peso. L’assenza del pasto a scuola ha contribuito ad accentuare la difficoltà quotidiana di organizzare il pranzo. In molti casi la cosa ha inciso sull’attività professionale dei genitori, obbligati a interrompere il lavoro per preparare il pranzo ai figli più piccoli (40%) e costringendo molti bambini a pranzare da soli (35%).

Dall’analisi emerge che il 76% dei genitori vede positivamente l’idea della riapertura delle mense scolastiche. Secondo il 90% dei parenti intervistati, il tempo trascorso in mensa con i compagni ha un alto valore aggregativo, in quanto la ristorazione viene associata a una serie di elementi positivi, oltre ad essere un momento di educazione alimentare.  Una nota interessante riguarda gli istituti dove non è presente il servizio di refezione scolastica. I parenti in genere sono favorevoli al servizio di ristorazione e ne reclamano l’importanza. L’84% di questo target ritiene la mensa essenziale in caso di tempo pieno e, anche nelle scuole dove il tempo scuola è ridotto, oltre un genitore su due sarebbe interessato a usufruirne.

(1) La ricerca è stata condotta per Cirfood Cooperativa Italiana di Ristorazione attraverso 1080 interviste rivolte a genitori di bambini tra i 6 e i 10 anni fruitori (71%) e non (29%) del servizio mensa scolastica, tramite la rilevazione di follow up con tecnica CAWI (Computer Assisted Web Interview), su panel proprietario IPSOS

© Riproduzione riservata Foto: istock.com

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Sara Rossi

Sara Rossi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Nutri-Score

Nutri-Score: secondo l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro è un modello vincente

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) ha pubblicato un rapporto (*) in cui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *