Home / Etichette & Prodotti / Nei McDonald?s inglesi arriva Fruitizz, una bevanda a base di frutta. Il successo dipenderà dal prezzo

Nei McDonald?s inglesi arriva Fruitizz, una bevanda a base di frutta. Il successo dipenderà dal prezzo

Dopo le carotine, le insalate e la mela a fette, McDonald’s propone un altro prodotto salutare: Fruitizz, la nuova bibita frizzante con il 60% di frutta. Come abbiamo visto, le bevande analcoliche zuccherate sono al centro del dibattito sulla tassazione dei junk food, che infiamma vari Paesi d’Europa. In Gran Bretagna – a 80 giorni dall’inaugurazione delle Olimpiadi di Londra – McDonald’s annuncia il lancio di un nuovo drink a base di frutta, nell’ottica di promuovere le opzioni più salutari.

 

La bevanda, prodotta dalla Coca-Cola che però non espone il marchio, è costituita da succo d’uva, succo di mele e di lamponi e diluito con acqua gassata. Fruitizz non contiene zuccheri aggiunti, né coloranti artificiali o aromi, e sarà disponibile a partire dalla prossima settimana nei 1.200 ristoranti della multinazionale, nell’intero Regno Unito. Magari, più avanti, sarà venduta anche in altre nazioni.

 

Non è questa la prima iniziativa che la catena di fast-food porta avanti ispirandosi ad un discorso nutrizionale. Le buone azioni erano iniziate tempo fa, con l’impegno a fornire tabelle nutrizionali relative ai pasti e ai prodotti (una bella idea che altri gruppi della ristorazione collettiva potrebbero seguire, considerato che in Europa i pasti fuori casa superano il 50% di quelli complessivi).

 

D’altra parte McDonald’s, marchio tradizionalmente associato a panini farciti e patatine fritte, è spesso oggetto di critiche da parte delle Ong, dei gruppi di consumatori e dai genitori. I quali a volte conducono vere e proprie class action in reazione a campagne di marketing aggressivo, come è successo in USA con gli Happy Meals, il kit-pasto ultra-calorici rivolti ai bambini, e pubblicizzati con personaggi dei cartoni animati e dei film più popolari. A questo proposito l’azienda ha sostituito parte delle patatine fritte degli Happy Meals con una razione di mele a fette.

 

Fruitizz – questo il nome della nuova bevanda – certo arriva nel luogo e al momento giusto. Le Olimpiadi di Londra, la pasty tax introdotta dal governo Cameron, la soda tax che è già reale in Francia e viene minacciata anche da quelle parti, ben valgono a motivare il progetto. In aggiunta, la presenza di frutta fa sì che un bicchiere della bevanda corrisponda a una delle cinque porzioni di frutta e verdura che le autorità sanitarie britanniche, come ovunque, raccomandano nella dieta quotidiana.

 

Si tratterà ora di vedere se, con una giusta politica di promozione e un prezzo vantaggioso, Fruitizz avrà il successo sperato o se le sue vendite rimarranno marginali, come tuttora risultano quelle di insalata pronta e di frutta fresca sbucciata.

 

Dario Dongo

Foto: Dailymail.co.uk, Mcdonalds.co.uk

 

Per maggiori informazioni:

 

“McDonald’s refreshes drinks line”, di Louise Lucas e Alan Rappeport per il Financial Times, 9 maggio 2012.

 

Avatar

Guarda qui

Close up photo of charming lovely hipster playing with cakes pies candies in kitchen preparing for birthday dressed in white woolen pullover isolated over colorful background

Ma esiste davvero un biscotto sano? Altroconsumo analizza 168 prodotti tra frollini, biscotti secchi, integrali e ‘senza’

C’è chi i biscotti preferisce mangiarli a colazione, chi li accompagna al classico tè delle …