Home / Nutrizione / Mars anticipa le misure anti-obesità UK e invita a consumare occasionalmente alcuni suoi prodotti

Mars anticipa le misure anti-obesità UK e invita a consumare occasionalmente alcuni suoi prodotti

grasso obesità
Mars Food ha annunciato che indicherà la frequenza di consumo dei suoi prodotti

La multinazionale del cibo Mars Food ha lanciato una campagna per aiutare i consumatori a fare scelte alimentari più salutari e consapevoli. Con l’iniziativa Health & Wellbeing Ambition, presentata con un comunicato sul sito internet, il colosso degli snack anticipa l’impegno del governo britannico a intervenire nella lotta all’obesità con politiche rigorose, volte a promuovere un’alimentazione più sana. Un esempio è la tanto dibattuta Sugar Tax che, se entrerà in vigore nel 2018 come previsto, colpirà i produttori di bevande e soft drinks.

Mars Food ha annunciato che nei prossimi mesi indicherà con quale frequenza consumare alcuni prodotti per mantenere una dieta sana e bilanciata. I suggerimenti  si potranno trovare sia in etichetta, sia sul sito di Mars e riguarderanno  il consumo “quotidiano” e “occasionale”. La nuove informazioni saranno presenti anche su prodotti  Dolmio e Uncle Ben’s, che comprendono piatti pronti e salse, spesso con un elevato contenuto di zuccheri, grassi e sale.

Dolmio lasagna salsa
Mars si impegna a ridurre la quantità di sale e zuccheri aggiunti

L’azienda si è impegnata a riformulare le ricette, promettendo di ridurre il contenuto di sale del 20% entro 5 anni e di zuccheri aggiunti in alcuni prodotti entro il 2018 (quando entrerà in vigore la Sugar Tax). Un altro obiettivo è l’ampliamento della gamma del cibo a base di verdure, cereali integrali e legumi. Nel Regno Unito, la scelta di Mars è stata accolta come un positivo passo avanti verso prodotti più salutari e si spera che altre multinazionali seguano l’esempio. Il timore è che lo sforzo di Mars non sia sufficiente. Secondo l’associazione britannica Action on Sugar, che si batte contro l’eccesso di zuccheri aggiunti nei cibi, c’è il rischio concreto che i suggerimenti di consumo non vengano recepiti da chi veramente ne avrebbe bisogno, ma solo da chi è già più attento alla salute.

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

C’era una volta la cena: la campagna contro la malnutrizione infantile (in Italia)

Nel nostro Paese, oggi, quasi 1 milione e 300 mila minori vivono in condizioni di …