;
Home / Supermercato / Iper, Auchan, Conad, Carrefour, Coop… continua il successo dei prodotti con il marchio del supermercato

Iper, Auchan, Conad, Carrefour, Coop… continua il successo dei prodotti con il marchio del supermercato

I prodotti alimentari con il marchio del  supermercato (chiamati anche marche private o private label) vendono sempre di più. È questo l’elemento comune a tutte le catene che registrano a causa della crisi economica una costante riduzione dei consumi.

 

Per questo motivo riproponiamo il quadro aggiornato dei marchi utilizzati dalle principali catene per i prodotti che fanno diretta concorrenza ai grandi nomi dell’industria alimentare nazionale come Barilla, Ferrero, Coca-Cola, Granarolo… imitando la composizione e a volte anche la confezione del prodotto leader di mercato.

 

Secondo le stime più recenti gli alimenti con il marchio del supermercato rappresentano il 15% del carrello della spesa. In alcuni casi si è notato che alcuni prodotti sono addirittura diventati leader di mercato, superando come volume di vendita le grandi firme.

 

Negli ultimi anni lo scenario non è cambiato molto, fatta eccezione per le nuove marche di Simply pienamente autonome da Auchan e senza il suffisso Sma (l’insegna è stata convertita in Simly, Ipersimply e Punto). Il successo di queste marche si basa sul prezzo competitivo e sulla fiducia assegnata all’insegna. Nella tabella presentiamo il logo utilizzato dai supermercati per la linea principale dei prodotti. Il settore si è talmente ampliato che ormai ci sono supermercati che hanno nove marchi, ognuno per linee di alimenti specifici: bambini, prodotto di lusso, poco costoso, equo-solidale…

 

Valeria Torazza

 

Le marche “base” dei principali gruppi/insegne

A&O Selex

Auchan

Billa

Carrefour

Coop

Crai

Despar

Esselunga

Il Gigante

Iper

Leclerc- Conad

Pam – Panorama

Sigma

Simply

Sisa

Foto: Photos.com

 

Articoli correlati:

Bio, lusso e primo prezzo: le marche dei supermercati fanno concorrenza a Barilla, Ferrero, Bertolli, Danone…

 

Avatar

Guarda qui

commissione europea unione europea

Supermercati, pratiche commerciali sleali. La Commissione avvia procedure di infrazione verso 16 Stati tra cui l’Italia

La Commissione europea ha avviato procedure d’infrazione nei confronti di 12 Stati membri per il …

7 Commenti

  1. Avatar

    La marca base dell’Iper non è Valis?

  2. ilfattoalimentare
    ilfattoalimentare

    Gentile Sergio,
    Valis è la marca "primo prezzo" di Iper. Stiamo preparando un articolo in cui tratteremo anche questo argomento.

  3. Avatar

    Leggendo le etichette delle private labels si possono comodamente rintracciare i produttori e verificare come questi prodotti non abbiano nulla da invidiare a quelli più blasonati in fatto di qualità.. Personalmente acquisto quasi esclusivamente prodotti a marchio del supermercato in cui mi servo e ne sono molto soddisfatto.. In alcuni casi i prodotti del marchio primo prezzo sono gli stessi della private label ma a prezzo minore..

  4. Avatar

    Ancora una volta il vostro sito esalta le private labels non tenendo conto che se c’è un vantaggio nel breve termine per il consumatore, è anche vero che esiste uno svantaggio per le molte piccole aziende di eccellenza alimentare italiana. La GDO letterelmente strozza il fornitore pretendendo l’alta qualità a prezzi stracciati per poi andare a fare ricarichi vergognosi sul prodotto a scaffale e comunque apparire conveniente. Solo le aziende medio grandi più strutturate possono permettersi linee dedicate alla produzione di private labels. Le altre si vedono tolti i propri prodotti e/o costrette ad accettare condizioni di marginalità ridicole sulle private labels per continuare a produrre. Se non si pone rimedio a questo fenomeno molte aziende alimentari ne soffriranno. Senza contare che, in un accordo per la produzione di private label, non è la qualità, purtroppo, il fattore determinante.

  5. Avatar

    Non leggo nella lista i prodotti a marchio Prix, forse perchè troppo scadenti?

  6. Ilfattoalimentare
    Ilfattoalimentare

    Gentile Momo,
    I supermercati del gruppo Prix sono discount, come Lidl, Dico, ecc. Nell’articolo questo genere di catene non sono state trattate. Non è una questione di qualità dei prodotti.

  7. Avatar

    Dovreste fare una lista dei supermercati "italiani" ed una di quelli delle Multinazionali. Sento attorno a me che c’è un gran interesse "campanilistico" in questo periodo di crisi, condivisibile.