Home / Pianeta / L`UE approva le etichette del latte per neonati che aiuta a sviluppare la vista

L`UE approva le etichette del latte per neonati che aiuta a sviluppare la vista

 Il 6 aprile il Parlamento europeo ha deciso che  il latte artificiale arricchito con l’acido grasso DHA (docosesaenoico)  potrà riportare una scritta sull’etichetta  in cui si dice che “contribuisce allo sviluppo visivo dei neonati da 6 a 12  mesi”. La questione ha creato diverse polemiche e accese discussioni che proviamo a ripercorrere.

Il DHA, acido docoesaenoico, è un acido grasso che si trova naturalmente nel latte materno: al punto che le società pediatriche raccomandano alle donne in fase di allattamento il regolare consumo di pesce ricco di acidi grassi Omega-3 (DHA ed EPA), proprio per incrementarne i livelli nel latte.

Le aziende produttrici di latte artificiale avevano presentato alla Commissione europea una domanda per poter riportare sull’etichetta una dicitura  che associava l’arricchimento  con DHA allo sviluppo del  sistema visivo. L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare ha validato gli studi clinici presentati e la Commissione ha ritenuto corretto autorizzare il claim. Questa scelta ha fatto arrabbiare l’Associazione internazionale per il sostegno dell’allattamento al seno (IBFAN) che si è mobilitata contro questa proposta. ( (il timore è che  le madri possano essere incoraggiate a proporre ai figli il latte artificiale come alternativa all’allattamento al seno).

Le istanze di IBFAN sono state condivise dalla Commissione ENVI (“Environment, Public Health and Food Safety”) del Parlamento europeo, che ha votato una risoluzione contro il claim, portata avanti dal Gruppo dei Socialisti e Democratici e in prima linea dalle deputate  Glenis Willmott (GB), Daciana Sarbu (RO), Nessa Childers (Irlanda) e Karin Kadenbach (Austria). Le deputate  esprimevano riserve sulla valutazione dell’Efsa e  chiedevano ulteriori ricerche, considerando   potenzialmente ingannevole la dicitura.

Premesso che il latte materno è il migliore alimento che possa venire fornito ai lattanti,  l’Assemblea di Strasburgo ha approvato la dicitura, nonostante il diverso avviso della Commissione ENVI,  perchè  il latte materno non è sempre disponibile e le mamme che usano latte artificiale possono  scegliere  i prodotti che offrono questo vantaggio.

Dario Dongo

 

Foto:Photos.com

 

Avatar

Guarda qui

verdura biologica biologico

Biologico: da nicchia di mercato a fenomeno di massa. Prospettive di un settore in continua crescita

I numeri del Sinab (Sistema d’informazione nazionale sull’agricoltura biologica),  presentati al Sana di Bologna (Salone …