Home / Supermercato / In Francia i supermercati Leclerc confrontano i loro prezzi con quelli degli altri e pubblicano i risultati in rete

In Francia i supermercati Leclerc confrontano i loro prezzi con quelli degli altri e pubblicano i risultati in rete

In Francia la catena di supermercati Leclerc ha pubblicato un confronto  di prezzi effettuato su 302 prodotti biologici esposti sugli scaffali delle più importanti catene  come Auchan, Carrefour, Intermarché… Dall’indagine (diffusa anche  attraverso il sito internet) emerge la convenienza  dell’insegna rispetto agli altri. Seguendo lo stesso metodo, Leclerc durante l’anno pubblica anche altre inchieste prezzi confrontando i listini di oltre 1468 prodotti, da cui emerge sempre la convenienza nei propri punti vendita rispetto alla concorrenza.

I prezzi rilevati nei 738 punti di vendita visitati ogni anno sono circa  450 mila  e riguardano un po’ tutte le categorie merceologiche, con una sintesi storica a partire dal 2007. In Italia le insegne  preferiscono condurre promozioni anche molto convenienti ma nebulose, usando sempre i soliti slogan ”Costa meno”, “Prezzo bassotti ”, “Prezzi sottocosto”…

Nessuna propone iniziative simili che risulterebbero molto efficaci per chi  fa la spesa  tutti i giorni. Nonostante la trasparenza del sito, la scelta di Leclerc può risultare di parte , anche la la scelta di alcuni prodotti nel paniere può essere discutibile, tuttavia l’espressione “il meno caro” che viene assegnata nelle tabelle si riferisce a dati  difficilmente  contestabili.Una visita al sito vale la pena anche se non si può usufruire direttamente delle informazioni.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

Torino: come risparmiare 1.100 euro al supermercato. Nella classifica di Altroconsumo il più conveniente è Mercatò

Se a Milano la convenienza è soprattutto a firma Esselunga, a Torino, sempre secondo l’annuale …