Home / Pubblicità & Bufale / Kilocal Rimodella: pubblicità ingannevole. È la sesta censura per la linea di prodotti che promette dimagrimenti miracolosi

Kilocal Rimodella: pubblicità ingannevole. È la sesta censura per la linea di prodotti che promette dimagrimenti miracolosi

kilocal rimodella corseraIl Presidente del comitato di controllo del Giurì ritiene il messaggio pubblicitario della crema Kilocal Rimodella apparso sul Corriere della Sera il 9 febbraio 2013, contrario agli articoli 2 e 23 del Codice di autodisciplina e ne ordina la cessazione.

 

Sotto accusa sono le frasi “Snellisci e rimodella il tuo corpo”, “Aiuta a ridurre le adiposità più resistenti nella zona di girovita e fianchi”, “Trattamento ultra snellente studiato per la riduzione delle adiposità più resistenti, tipiche dell’età del cambiamento”, che inducono in errore il pubblico sugli effetti del prodotto.

 

Il concetto di “snellimento” è inevitabilmente associato a quello del “dimagrimento” e ciò non è assolutamente accettabile né compatibile con la natura cosmetica del prodotto cui può essere riconosciuto unicamente un effetto rassodante o levigante della pelle. Anche la scritta riportata  a caratteri impercettibili “Effetto non associato a calo ponderale” è insufficiente a stemperare la suggestione creata dal contesto del messaggio.

 

kilocal fiordalisoPer la cronaca va ricordato che Kilocal, declinato in numerose versioni, ha collezionato ben 5 condanne negli ultimi anni. L’ultima risale al 18 dicembre 2012 e riguarda “Kilocal armonia donna” che prometteva di “ritrovare l’equilibrio e l’armonia della coppia”, di “aiutare a ridurre i cali di desiderio” oltre a proporsi come un rimedio contro le vampate di calore.

 

Questa volta è stato censurato un cosmetico che la società Pool Pharma propone all’interno della linea Kilocal. Il Giurì ha così accolto la richiesta di censura inviata a febbraio da Il Fatto Alimentare per questo prodotto. Siamo però  in attesa di un secondo responso in relazione alla  richiesta di censura per la pubblicità dell’integratore “Kilokal donna” apparsa nella stessa pagina su diversi quotidiani nazionali, supportata dalla cantante Fiordaliso.

Come è già successo in passato pochissimi giornali e siti internet riporteranno la notizia di questa condanna. I direttori delle testate che ospitano abitualmente la pubblicità di Kilocal fanno finta di ignorare le loro responsabilità, quando pubblicano messaggi palesemente ingannevoli. Accettare pubblicità spazzatura non è certo un comportamento corretto per i professionisti dell’informazione.

 

Roberto La Pira

© Riproduzione riservata

 

La cronologia delle sei censure collezionate da Pool Pharma per la linea Kilocal

– Nel 2002 l’Antitrust condanna lo slogan in cui si diceva che “basta una pillola: di Kilokal per sconfiggere il grasso”.

– Nel 2003 nuova censura dell’Antitrust perché l’integratore veniva descritto come “la compressa del dopopasto, che ha la proprietà di eliminare le calorie in eccesso prima che si depositino sotto forma di grassi”.

– Nel 2004 Il Giurì dell’Autodisciplina Pubblicitaria ritiene ingannevoli le parole di uno spot che invita a “Non rinunciare al piacere della tavola, Kilokal preso dopo i pasti… riduce le calorie”.

– Nel 2010 l’Antitrust censura il messaggio “Non rinunciare al piacere della tavola! Kilocal, preso dopo un pasto abbondante, riduce le calorie e sgonfia la pancia”.

– Nel dicembre 2012 il Giurì censura Kilocal Armonia donna che secondo l’azienda “aiuta a ridurre il calo del desiderio“, e serve”per ritrovare l’equilibrio e l’armonia della coppia“.

– Nel febbraio 2013 il Giurì censura la crema Kilocal Rimodella che “Snellisci e rimodella il tuo corpo”, “Aiuta a ridurre le adiposità più resistenti nella zona di girovita e fianchi”.

 

 

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Dietidea Riso Scotti: censurata la pubblicità. Sotto accusa anche il professor Nicola Sorrentino

La pubblicità della Dieta Riso Scotti, Dietidea, firmata dal dietologo Nicola Sorrentino è ingannevole. Il …

Un commento

  1. Poche e semplici parole: continuate cosi e non fermatevi mai!
    Ottimo lavoro giornalistico!