donazione di cibo

Vi siete mai chiesti che fine fanno tutti gli alimenti prelevati per i controlli dopo le analisi? Nella maggior parte dei casi finiscono per essere distrutti. Ma ora l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) vuole cambiare le cose, donando alimenti ancora integri e a lunga conservazione alle Cucine economiche popolari di Padova, all’interno di un’iniziativa che unisce la lotta allo spreco alimentare e la riduzione dell’impatto ambientale con la solidarietà sociale.

L’iniziativa contro lo spreco alimentare dell’IZSVe

I cibi donati sono i cosiddetti ‘controcampioni’, cioè  gli alimenti prelevati nell’ambito delle procedure per i controlli ufficiali e conservati in laboratorio, nel caso di eventuali successive analisi di verifica. I laboratori dell’Istituto Zooprofilattico, infatti, ricevono regolarmente prodotti da analizzare come riso, pasta e farine, caffè, tonno, legumi, cereali, frutta a guscio, spezie, cacao, tè, bevande, oli vegetali, vino e birra, prodotti per l’infanzia, miele e cracker. La maggior parte di questi controcampioni non sono utilizzati e sono destinati alla distruzione. Questo accade anche se sono integri e sicuri da consumare. Uno spreco inaccettabile.

Una consegna di prodotti alimentari alle Cucine economiche popolari di Padova nell'iniziativa contro lo spreco alimentare dell'IZSVe - febbraio 2024
Una delle consegne alle Cucine economiche popolari di Padova nell’ambito dell’iniziativa contro lo spreco alimentare dell’IZSVe

“Grazie a una normativa esistente, la legge cosiddetta del ‘Buon Samaritano’– dichiara Antonia Ricci, direttrice generale dell’IZSVe – è possibile inviare alimenti che non vengono utilizzati per le analisi di laboratorio, ma ancora perfettamente commestibili. Abbiamo scelto di dare una mano alle Cucine Popolari perché sono una bellissima realtà che ogni giorno offre circa 300 pasti a persone in difficoltà provenienti da più di 80 Paesi da tutto il mondo: davvero un posto senza confini! Con questo gesto vogliamo contribuire ad evitare un inutile e costoso spreco, anche in termini ambientali, e aiutare chi si occupa di accoglienza e sostegno a chi è in difficoltà.”

Donati oltre 800 kg di prodotti

Nell’ambito di questa iniziativa contro lo spreco alimentare, l’IZSVe ha già donato 835 kg di prodotti, in quattro diverse consegne, iniziate nel mese di febbraio e che proseguiranno con cadenza regolare. L’Istituto ha consegnato alle Cucine popolari 562 kg di olio, riso, pasta, farine, tonno, legumi, frutta secca e cracker. L’IZSVe, inoltre ha donato i restanti 273 kg di prodotti all’Emporio Solidale gestito dalla Cooperativa Alisolidali di Padova, dove le famiglie in difficoltà possono fare la spesa gratuitamente.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

5 2 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
giova
giova
28 Febbraio 2024 10:38

Quando l’intelligenza e la sensibilità prevalgono questi sono i risultati.

GERARDO
GERARDO
29 Febbraio 2024 21:29

Iniziativa da 10 e lode. Bravissimi. Condivido pienamente, spero vi prendano come modello.

2
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x