;
Home / Coronavirus / Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità

Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità

infezioni alimentari malattia internet computer recensioniMedia e istituzioni continuano a ripeterlo: per rallentare il coronavirus Sars-CoV-2 è necessario lavarsi le mani bene e spesso, evitare baci, abbracci e strette di mano, tenere almeno un metro di distanza dalle altre persone e restare a casa il più possibile. Ma se, nonostante tutte le precauzioni, sale la febbre e arriva la tosse cosa bisogna fare, a parte restare tassativamente a casa? Per queste situazioni l’Istituto superiore di sanità ha preparato un vademecum, con l’obiettivo di rispondere ai dubbi dei cittadini.

I sintomi a cui prestare l’attenzione, spiegano gli esperti, sono febbre, tosse, mal di gola, respiro corto, dolori muscolari e stanchezza. In tal caso, se nelle due settimane precedenti si è entrati in contatto con persone poi rivelatesi infette, si ha frequentato luoghi a rischio o lavorato in ospedali con pazienti con COVID-19, la malattia causata dal coronavirus, è necessario chiamare il proprio medico di base oppure i numeri dedicati all’emergenza per ricevere indicazioni sugli step successivi. La cosa importante da fare è non recarsi nello studio del proprio medico o al pronto soccorso: è il modo migliore per diffondere il contagio.

vademecum iss coronavirus dubbi

© Fonte immagine: Istituto superiore di sanità

Altri articoli di approfondimento sul sito

Coronavirus: no, le bevande calde non proteggono dall’infezione. La bufala smontata da “Dottore, ma è vero che…?” dell’11 marzo

Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità del 10 marzo

-Coronavirus: l’acqua del rubinetto non è pericolosa. L’Istituto superiore di sanità spiega perché non serve la minerale del 9 marzo

Coronavirus: come capire quando l’influenza non è normale. I sintomi descritti dall’Istituto superiore di sanità dell’8 marzo

Coronavirus, intervista a Walter Ricciardi sul sito Quotidiano Sanità: i numeri del contagio sottostimati in Europa del 6 marzo

Cibo, sicurezza & coronavirus. Le precauzioni da prendere in cucina spiegate da Antonello Paparella del 6 marzo

Coronavirus: 81 anni l’età media dei 105 morti. In due terzi dei casi c’erano patologie preesistenti del 5 marzo

Coronavirus: è efficace l’isolamento sociale? Sì, quando c’è un’epidemia. Lo spiega l’Istituto superiore sanità del 5 marzo

Coronavirus e animali domestici: non esistono prove di trasmissione a cani e gatti, scrive l’Istituto superiore di sanità del 3 marzo

Il vaccino per il coronavirus arriverà, ma non prima dell’anno prossimo. Lo spiega Clavenna del Mario Negri del 2 marzo

Coronavirus: gravidanza, allattamento e parto cosa fare? Le regole dell’Istituto superiore di sanità per la mamma e il bambino, del 1 marzo

Coronavirus: le regole da seguire su mascherine, igiene, tosse e raffreddore dell’Istituto superiore di sanità del 26 febbraio

Coronavirus: le parole da conoscere come “contatto stretto” o “asintomatico” le spiega il glossario dell’Iss del 25 febbraio

Coronavirus: domande e risposte sulla trasmissione in Italia e su cosa devono fare i donatori e le persone in gravidanza del 24 febbraio

Coronavirus, seri sospetti sui pangolini responsabili della trasmissione all’uomo. Stretta in Cina sul commercio di animali vivi del 24 febbraio

Coronavirus: igiene, prevenzione, cibo e animali, cosa fare? Le domande e le risposte del ministero del 23 febbraio

– Coronavirus: sintomi e modalità di trasmissione, le domande e le risposte del ministero della Salute del 23 febbbraio

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

allevamento intensivo polli Depositphotos_37754611_S influenza aviaria

Influenza aviaria: 4 milioni di volatili soppressi in un mese. Nessun problema di contagio per l’uomo

Il 24 novembre 2021 nei pressi di Zurigo è stato rilevato il primo caso di influenza …