Home / Coronavirus / Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità

Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità

infezioni alimentari malattia internet computer recensioniMedia e istituzioni continuano a ripeterlo: per rallentare il coronavirus Sars-CoV-2 è necessario lavarsi le mani bene e spesso, evitare baci, abbracci e strette di mano, tenere almeno un metro di distanza dalle altre persone e restare a casa il più possibile. Ma se, nonostante tutte le precauzioni, sale la febbre e arriva la tosse cosa bisogna fare, a parte restare tassativamente a casa? Per queste situazioni l’Istituto superiore di sanità ha preparato un vademecum, con l’obiettivo di rispondere ai dubbi dei cittadini.

I sintomi a cui prestare l’attenzione, spiegano gli esperti, sono febbre, tosse, mal di gola, respiro corto, dolori muscolari e stanchezza. In tal caso, se nelle due settimane precedenti si è entrati in contatto con persone poi rivelatesi infette, si ha frequentato luoghi a rischio o lavorato in ospedali con pazienti con COVID-19, la malattia causata dal coronavirus, è necessario chiamare il proprio medico di base oppure i numeri dedicati all’emergenza per ricevere indicazioni sugli step successivi. La cosa importante da fare è non recarsi nello studio del proprio medico o al pronto soccorso: è il modo migliore per diffondere il contagio.

vademecum iss coronavirus dubbi

© Fonte immagine: Istituto superiore di sanità

Altri articoli di approfondimento sul sito

Coronavirus: no, le bevande calde non proteggono dall’infezione. La bufala smontata da “Dottore, ma è vero che…?” dell’11 marzo

Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità del 10 marzo

-Coronavirus: l’acqua del rubinetto non è pericolosa. L’Istituto superiore di sanità spiega perché non serve la minerale del 9 marzo

Coronavirus: come capire quando l’influenza non è normale. I sintomi descritti dall’Istituto superiore di sanità dell’8 marzo

Coronavirus, intervista a Walter Ricciardi sul sito Quotidiano Sanità: i numeri del contagio sottostimati in Europa del 6 marzo

Cibo, sicurezza & coronavirus. Le precauzioni da prendere in cucina spiegate da Antonello Paparella del 6 marzo

Coronavirus: 81 anni l’età media dei 105 morti. In due terzi dei casi c’erano patologie preesistenti del 5 marzo

Coronavirus: è efficace l’isolamento sociale? Sì, quando c’è un’epidemia. Lo spiega l’Istituto superiore sanità del 5 marzo

Coronavirus e animali domestici: non esistono prove di trasmissione a cani e gatti, scrive l’Istituto superiore di sanità del 3 marzo

Il vaccino per il coronavirus arriverà, ma non prima dell’anno prossimo. Lo spiega Clavenna del Mario Negri del 2 marzo

Coronavirus: gravidanza, allattamento e parto cosa fare? Le regole dell’Istituto superiore di sanità per la mamma e il bambino, del 1 marzo

Coronavirus: le regole da seguire su mascherine, igiene, tosse e raffreddore dell’Istituto superiore di sanità del 26 febbraio

Coronavirus: le parole da conoscere come “contatto stretto” o “asintomatico” le spiega il glossario dell’Iss del 25 febbraio

Coronavirus: domande e risposte sulla trasmissione in Italia e su cosa devono fare i donatori e le persone in gravidanza del 24 febbraio

Coronavirus, seri sospetti sui pangolini responsabili della trasmissione all’uomo. Stretta in Cina sul commercio di animali vivi del 24 febbraio

Coronavirus: igiene, prevenzione, cibo e animali, cosa fare? Le domande e le risposte del ministero del 23 febbraio

– Coronavirus: sintomi e modalità di trasmissione, le domande e le risposte del ministero della Salute del 23 febbbraio

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

inquinamento acqua

Pesticidi nelle acque. Se ne trovano in 3 punti su 4, con percentuali in crescita. I valori sono al di sotto dei limiti

Le sostanze chimiche inquinano le nostre acque, ce lo ricorda il rapporto “H2O – La chimica …