; I nuovi risotti Knorr si possono cuocere al microonde: comodità e niente glutammato, ma troppo sodio - Il Fatto Alimentare
Home / Etichette & Prodotti / I nuovi risotti Knorr si possono cuocere al microonde: comodità e niente glutammato, ma troppo sodio

I nuovi risotti Knorr si possono cuocere al microonde: comodità e niente glutammato, ma troppo sodio

risotteria knorr buste
La vera novità dei 14 risotti disidratati è che si può utilizzare il microonde per la cottura

La Knorr rinnova l’offerta dei tradizionali risotti in busta che adesso si possono cuocere anche al microonde. Il prodotto è stato rivisitato e modernizzato con precise indicazioni di cottura e alcuni consigli per aggiungere il tocco personale. La vera novità dei 14 risotti disidratati è la possibilità  di utilizzare il microonde. Basta versare il contenuto di una busta in un contenitore adatto, aggiungere mezzo litro d’acqua e lasciare cuocere per 18 minuti a 750 watt.

 

Non si tratta, come sembrerebbe a prima vista, di un risparmio di tempo, perché con la cottura tradizionale in pentola bastano 15 minuti. Il vantaggio potrebbe essere legato all’impiego sui luoghi di lavoro e al fatto che non serve un piano cottura per la preparazione e nemmeno una pentola da lavare dopo. Un altro elemento da considerare è che le porzioni sono due, per cui la confezione non si può considerare  propriamente un pasto fuori casa.

Si tratta di un prodotto rivolto ai consumatori di piatti pronti tradizionali, e ha il vantaggio di conservarsi a lungo, oltre l’anno, e di essere tenuto in dispensa per le emergenze. Vanta l’assenza di conservanti e di glutammato con una frase di richiamo alla naturalità dei componenti (“Il Gusto è nella nostra natura con Ingredienti naturali”).

 

risotteri knorr microonde
La nuova scritta che compare sulle confezioni dei risotti Knorr

Tra gli ingredienti  troviamo la farina e il grasso vegetale che rappresentano i punti critici, visto che  nel risotto fatto in casa la farina  è inutile e come  grasso si usa il burro oppure l’olio. Per quanto riguarda l’apporto nutrizionale, la quantità di sodio  in una porzione è pari al 40% del valore giornaliero di riferimento. È un valore piuttosto alto da ricordare nell’arco della giornata per non aggiungere altri alimenti troppo ricchi di sale.

 

Il prezzo è interessante 79 centesimi a porzione, già piuttosto basso anche senza la promozione che lo riduce a 50 centesimi a porzione.

 

Valeria Torazza

 

tab knorr risotto nut tab knorr risotto ing

© Riproduzione riservata

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

Watchful woman reading about product in shop

Naturale, artigianale, di qualità… tutte le informazioni generiche che troviamo sulle confezioni

Facendo la spesa, e volendo acquistare un succo di mela, mi è caduto l’occhio su …

2 Commenti

  1. Avatar

    In effetti la cottura di un risotto in pentola non è di 15 minuti visto che questi sono dal momento in cui bolle. I tempi vanno aumentati almeno di 5 minuti.

  2. Avatar

    A parte l’eccesso di sale (comune in moltissimi prodotti industriali), non trascurerei la presenza degli aromi artificiali (quindi chimici) al settimo posto tra gli ingredienti e seguiti da altri sei, per cui – ritengo – in quantità notevole.