Home / Lettere / Arriva la nuova Fiesta Babarum: dopo quella classica e al caffè, Ferrero ci mette una goccia di Rum. Non è adatta ai bambini

Arriva la nuova Fiesta Babarum: dopo quella classica e al caffè, Ferrero ci mette una goccia di Rum. Non è adatta ai bambini

fiesta al Rhum
La nuova Fiesta Babarum con una goccia di Rum

Buongiorno, avrei una domanda.

Ho letto tra gli ingredienti della Fiesta (Ferrero) che è presente liquore. Ma in questo caso anche bambini piccoli (di 4, 5 o 6 anni) possono mangiare questo tipo di merende senza problemi? Inoltre ho notato recentemente che è stata inventata anche la Fiesta “con una goccia di Rum” dice lo slogan. Si tratta merende adatte a bambini?

Marco

Da qualche settimana è in vendita la nuova merendina della Ferrero, Fiesta Babarum che ha sollevato qualche perplessità come ci ha scritto Marco. Si tratta di una tortina al cacao “in Edizione Limitata”, preparata con cioccolato extra e copertura al cacao il tutto ritoccato con una “goccia di rum”. Prima di entrare nel merito del prodotto, va detto che anche Fiesta Caffè è nata tre anni fa come novità “in Edizione Limitata”. Ne abbiamo parlato quasi tre anni fa su Il Fatto Alimentare (Arriva la Fiesta caffè, novità Ferrero in edizione limitata ma inadatta ai bambini), sottolineando come le parole “Novità” ed “Edizione limitata” fossero un elemento di attrazione. La Fiesta Caffè è ancora presente sugli scaffali e fa parte dell’assortimento Ferrero.

fiesta classica caffe
Anche la versione classica e al caffè contengono liquore (8,5%)

La nuova Fiesta è “impreziosita con una goccia di Rum dei Caraibi” – così recita l’etichetta. Osservando la lista degli ingredienti si scopre che il rum 1,9 % non è l’unico superalcolico. La merendina contiene anche una quantità di alcol superiore al 2%. Per la precisione va detto che anche le altre due versioni di Fiesta Ferrero contengono liquore e in quantità superiore (8,5%) e non sono merendine adatte ai bambini. Fiesta Ferrero è infatti indirizzata ad un consumatore adulto, anche se nella pubblicità e nella comunicazione sul sito non ci sono elementi che evidenziano questo aspetto. Da questo punto di vista possiamo solo condividere la critica avanzata da molti genitori quando ritengono questo prodotto non adatto ai bambini anche se in qualche modo rientra nel loro mondo se non altro perché nei punti di vendita è sovente collocato accanto alle tradizionali merendine.

Altro elemento critico di Fiesta Babarum è l’impiego dell’olio di palma, un grasso di mediocre qualità classificato come aterogeno per via dell’elevata presenza di acido grassi saturi. Per Ferrero non è una novità, visto che tutti i prodotti dell’azienda di Alba tranne una merendina contengono olio di palma. Per quanto riguarda il contenuto nutrizionale, la nuova merendina non presenta grandi differenze rispetto alle altre Fiesta. Si tratta di un prodotto edonista, di pasticceria e l’equilibrio degli apporti nutritivi non viene molto considerato dai consumatori, tuttavia i contenuti in grassi saturi e in zuccheri hanno un’incidenza sulle assunzioni di riferimento quotidiane superiore all’apporto calorico (vedi tabella sotto).

fiesta babarum smaltimento
La confezione riporta esattamente i materiali che compongono i tre involucri

Un ultimo elemento da considerare è il prezzo. Babarum è più cara rispetto alle altre Fiesta, l’abbiamo acquistata a 3,99 €, pari a 11,08 €/kg (40 centesimi a pezzo). La variante classica e quella al Caffè costano infatti dal 15 al 20% in meno.

Osservando l’etichetta si segnala un ulteriore elemento di attrazione, comune alle merendine Ferrero: la promozione che prevede la possibilità di “1 premio sicuro ogni confezione”, oltre alla più classica raccolta punti. Per accedere al premio bisogna andare sul sito Ferrero e inserire il codice posizionato sull’etichetta e si può ottenere un voucher per una cena (2 persone 1 sola paga), oppure un buono speciale per un trattamento di bellezza, una prova in palestra… ecc. I premi sono rivolti a un target adulto, ma ci sono premi adatti anche ai ragazzi (#unattenzioneinpiù).

Infine si sottolinea l’importanza del riquadro relativo allo smaltimento dell’imballo che riporta esattamente i materiali che compongono i tre involucri, ossia la plastica e la carta.

tab fiesta ferrero babarum

tab fiesta ferrero babarum nutrizione

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

Confezioni dello yogurt zuccherato e naturale quasi identiche: una lettrice si lamenta. La risposta dell’azienda

Vi scrivo perché non è la prima volta che mi capita questo spiacevole incidente. Sono …

4 Commenti

  1. Ma sapete quante cose non sono adatte ai bambini? E tutte le schifezze che sono contenute anche nei prodotti per neonati? La fiesta esiste da sempre e da sempre contiene liquore………fossero queste le cose che fanno più male!

  2. Ma non dovrebbe esserci un obbligo di legge ad evidenziare il contenuto alcolico di un prodotto? Dovrebbe avere la stessa importanza di un allergene, in quanto la somministrazione di alcool ad alcune categorie di persone (bambini, gestanti, soggetti con particolari patologie) è altrettanto pericolosa.

  3. nella Fiesta c’è sempre stato il liquore anche 40 anni fa quando le merendine confezionate erano due: i Bondì e la Fiesta appunto.
    il liquore c’è e si sente pure bene,oggigiorno i genitori devono essere più attenti ,per forza maggiore, non si mangia più le merende di una volta,tipo. pane acqua e zucchero,pane burro e marmellata,torta fatta in casa ecc ecc.